Domenica, 25 Luglio 2021
Gallipoli

La Puglia Prima di Tutto investe su Di Mattina: “E’ l’uomo giusto”

Presentata la lista del partito di riferimento di Fitto a sostegno del candidato sindaco del centrodestra. Barba, De Marini e Caroppo puntano su Di Mattina per la sua competenza del settore turistico. "Sarà un sindaco capace"

 

GALLIPOLI –  E anche la Puglia Prima di Tutto fa quadrato e scommette su Toti Di Mattina.  La scelta giusta per una città che punta a rilanciarsi e a progredire nel settore del turismo. “L’uomo giusto al posto giusto, per questo Di Mattina è il miglior candidato possibile a ricoprire il ruolo di sindaco”, la sintesi dell’ex capogruppo consiliare della Ppdt, Giovanni De Marini. Un filo conduttore che caratterizza la serata di presentazione della lista della Puglia Prima di Tutto nelle sale del Joli Park, dove la coalizione di centrodestra si è data nuovamente appuntamento alla vigilia dell’avvio della campagna elettorale in piazza Tellini con il comizio pubblico già fissato per la serata di domani. A supporto del candidato Toti Di Mattina fanno quadrato il Pdl di Vincenzo Barba e la Puglia Prima di Tutto con i referenti provinciali e regionali, Gino e Andrea Caroppo e le anime cittadine Giovanni De Marini e Salvatore Andrisani. A guidare il gruppo dei sedici aspiranti consiglieri comunali, il capolista Giuseppe Coppola rientrato ormai organicamente nelle sfere del centrodestra dopo il tentativo invano di ampliare le larghe intese cittadine ad una grande coalizione di salute pubblica costituita trasversalmente dal Pdl, al Terzo Polo al Pd. Acqua passata almeno per questa fase elettorale. Per il futuro amministrativo si vedrà. Tenendo conto che, senza nascondersi dietro un dito, proprio i referenti della Puglia Prima di Tutto hanno ammesso come la situazione amministrativa di Gallipoli sia a dir poco “disastrosa”.

E’ il preambolo di Salvatore Andrisani che mette in luce le problematiche che attanagliano la città bella e a cui la gestione commissariale di Ciclosi aveva iniziato a dare una sferzata. “Ma non tutti i problemi sono stati risolti” ammonisce Andrisani, “anzi ci sono state in questi mesi delle scelte amministrative discutibili e si naviga a vista, senza l’approvazione di un bilancio, senza un piano delle opere pubbliche, senza chiarezza sulle aliquote tributarie come l’Imu, e con le criticità della stagione estiva alle porte. Quindi il nuovo sindaco non potrà subito cambiare l’ordine delle cose, ma proprio per questo la città non può essere governata da sprovveduti, ma ha bisogno di persone che sappiano amministrare e risolvere i problemi dei gallipolini”. Da qui le lodi sulla figura del candidato di bandiera, Toti Di Mattina “figura competente e funzionale alla città che non ha bisogno né di un sindaco ultrà o di un giustizialista, o dello scontento di turno”.

Anche per il coordinatore cittadino Giovanni De Marini è necessario fare un scelta di campo decisiva: “in corsa ci sono cinque candidati a sindaco, tutti persone rispettabili, ma per far crescere una realtà turistica come Gallipoli, ci vuole competenza e una persone capace, ovvero l’uomo giusto al posto giusto. E Di Mattina è la persona di cui Gallipoli ha bisogno per far crescere una città a  trazione turistica”. Una sfida importante con alle spalle un partito regionale “ben strutturato”, è quella che annuncia il consigliere regionale Andrea Caroppo  che invita al “voto congiunto” per dare maggior forza al candidato Di Mattina “trasparente, onesto, ma soprattutto capace e preparato”, e ad un “patto etico” di appartenenza con i candidati in lista nell’eventualità di una elezione in Consiglio comunale. A seguire gli interventi del capolista Giuseppe Coppola che ha indicato la “scommessa del programma” come risposta ad eventuali attacchi degli avversari politici e di considerare bene un fattore decisivo: “guardare solo chi siederà in Consiglio comunale se vincerà Di Mattina, e al contrario chi ci sarà su quelli scranni se vincerà qualcun altro…”. E dopo gli interventi di Teresa Chianella e del consigliere regionale Pdl, Antonio Barba che ha focalizzato l’attenzione sulle battaglie regionali per l’ospedale di Gallipoli e la difesa del mare, la conclusione è stata affidata al deputato Vincenzo Barba e al candidato Di Mattina. “Profumo di vittoria” e concretezza per rilanciare la città dopo il lungo periodo di immobilismo sancito dall’amministrazione uscente, l’auspicio di Barba. Che condivide la “managerialità” di Di Mattina e punta sul lavoro di squadra delle quattro liste per raggiungere la vittoria finale, magari già al primo turno. Il candidato sindaco, ringrazia e incassa gli attestati di stima e di fiducia. E rilancia la sua sfida verso il futuro di Gallipoli: “Ci sono  problematiche che riguardano il lavoro, il sociale l’ambiente , i giovani ma anche il centro storico e le tradizioni della nostra città” ribadisce Di Mattina, “problematiche che non sono più rinviabili. Per questo abbiamo appontato un programma che prevede un approccio strutturato e sistematico per la definizione degli interventi in ogni settore che già dal secondo anno di amministrazione potranno dare risultati e benefici alla città”.       

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Puglia Prima di Tutto investe su Di Mattina: “E’ l’uomo giusto”

LeccePrima è in caricamento