Lunedì, 14 Giugno 2021
Gallipoli

Lavori al porto “blindati”. Garantiti 130 posti liberi e sospensione della Ztl

Dopo due giorni di blocchi, tensioni e proteste partite le opere per i parcheggi a pagamento. Ridotta l'area del cantiere e porto riaperto, ma presidiato. Calignano: "Va garantita la sicurezza"

GALLIPOLI – Fronte del porto blindato e dopo due giorni di tensioni, blocchi, e mediazioni  per trovare una via d’uscita sul nodo parcheggi, questa mattina si è dato il via ai lavori. Rigorosamente controllati a vista e presidiati dalle forze dell’ordine, polizia e carabinieri anche in tenuta antisommossa, e anche dalla polizia locale che hanno garantito l’avvio del cantiere contenendo qualche possibile e residuo avamposto di protesta che ancora si sovrapponeva all’esecuzione dei lavori.

Una tensione che ben presto ha lasciato il campo alla rassegnazione, anche se alcuni operatori commerciali e albergatori del centro storico stanno già optando di andare avanti nelle protesta a colpi di carte bollante, tra esposti alla Procura e impugnazioni degli atti di affidamento dell’appalto. Si vedrà. Mentre sul fronte del porto a sorvegliare l’andamento delle operazioni di avvio delle opere è giunto anche il sub commissario prefettizio Vincenzo Calignano che ha incontrato il consigliere comunale Flavio Fasano di Gallipoli Futura e dato anche ascolto al capannello dei cittadini e operatori che hanno ancora una volta ribadito la contrarietà, al progetto, all’esecuzione in questo periodo delle opere e alla chiusura, seppur temporanea, dell’area portuale, limitata ora solo all’area che è stata effettivamente destinata alla realizzazione dei parcheggi a tariffa.

Il sub commissario ha ribadito la necessità e l’urgenza di dare esecuzione alle opere dettate  essenzialmente da ragioni di sicurezza e normalizzazione della sosta selvaggia all’interno dell’area portuale e al rispetto della legge. “Anche se quel parcheggio dovesse rimanere libero” ha spiegato Calignano, “le macchine non potrebbero entrare in numero illimitato. Ci sono norme del codice della strada e sulla sicurezza che vietano quello che si è verificato in maniera indiscriminata lo scorso anno. In quell’area del porto non possono sostare mille auto, ma solo poco più di 380 vetture secondo quanto prevedono le norme e per garantire sicurezza e legalità il piano parcheggi di quell’area fa parte dei provvedimenti in capo al Comune in esecuzione del Patto integrato per la sicurezza  e lo sviluppo”. Oltre a questo la mediazione portata avanti in questi giorni e della quale si è fatto carico anche il neo sindaco Stefano Minerva ha portato anche ad alcune soluzioni temporanee per cercare di limitare i disagi anche futuri.                        

DSCN3418-3Il commissario straordinario Guido Aprea aveva deciso di prevedere, di concerto con uffici e responsabili della ditta Sis, delle modifiche nell’istituendo sistema della sosta nell’area portuale, arretrando la collocazione della sbarra di delimitazione delle future aree a pagamento e garantendo un congruo numero di stalli gratuiti (almeno 50) in favore degli operatori del settore portuale, all'esterno dell'area dei parcheggi. Inoltre sono stati confermati i parcheggi gratuiti per i residenti sino a un massimo di 80 posti (oltre a quelli garantiti nel centro storico per i possessori di pass), nonché priorità per gli abbonamenti per i gestori dei b&b del centro storico.

E’ stato anche garantito che i lavori, iniziati solo oggi e con due giorni di ritardo, dureranno comunque non più di sette giorni e in tale direzione i provvedimenti tampone per arginare i disagi saranno anche la sospensione temporanea, già disposta da oggi dal comandante della municipale Antonio Orefice, della Ztl nel centro storico, oltre a quelli già attuati del parcheggio gratuito su lungomare Marconi e nell’area della banchina portuale della Blue Salento, sinora scarsamente utilizzata forse per la mancata e adeguata informazione preventiva. I lavori partono, le tensioni rimangano, e la “calda” estate di Gallipoli è già iniziata.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori al porto “blindati”. Garantiti 130 posti liberi e sospensione della Ztl

LeccePrima è in caricamento