Gallipoli

Più sicurezza per cave e parco di via Firenze. Progetto e lavori al via

Stretta finale per il progetto esecutivo per il consolidamento delle cave ipogee già finanziato con un milione di euro. Presto gara d'appalto e lavori. Nella zona agibile del parco il campetto di calcio vinto da "Il Mio Gallipoli"

Il parco di via Firenze, a Gallipoli

GALLIPOLI – Più sicurezza e solidità per la zona delle cave ipogee di via Firenze e dintorni tristemente note per la voragine che squarciò strade e terreno nel marzo del 2007. Il progetto definitivo di consolidamento, già destinatario di un finanziamento regionale per un milione di euro, e licenziato dalla giunta comunale nei giorni scorsi apre le porte alla redazione del progetto esecutivo al quale potranno finalmente seguire la gara d’appalto e l’inizio dei lavori. Si tratterà di un consistente rinforzo degli standard di sicurezza dell’intera zona che insiste a ridosso delle cavità del sottosuolo di via Firenze già oggetto, negli anni scorsi, degli interventi necessari per ripristinare lo stato dei luoghi e garantire la messa in sicurezza generale delle aree a rischio crollo.

Ora sulla scorta dei rilievi tecnici, delle ispezioni speleologiche e delle relazioni a corredo del progetto definitivo si potrà dare esecuzioni agi interventi di completamento e messa in sicurezza definitivi. E non solo visto che nei giorni scorsi è stata inviata in Regione una richiesta di risorse aggiuntive, corredata anch’essa dalla relazione tecnica di riferimento, per il rinforzo dello stato di sicurezza di tutta la zona interessata dalle cavità antropiche anche alla luce dei recenti smottamenti nell’area del parco, causati dal maltempo dei mesi scorsi.        

“Le operazioni di consolidamento già oggetto di analisi e approvate con l’ultimo progetto definitivo” spiega l’assessore ai lavori pubblici Felice Stasi, “riguarderanno la zona tra via Firenze, via Galatina, via Acquedotto e via Siena con interventi localizzati a quota interno cava e quota piano campagna.

Sarà dunque garantita la piena e totale sicurezza dell’area interessata dal crollo del 2007”. E sulla definizione della questione delle cave ipogee anche il sindaco Francesco Errico precisa che “dopo il tragico crollo del 2007 sono stati effettuati interventi concreti ed efficaci di messa in sicurezza dell’area danneggiata. Ora questa amministrazione ha messo in essere azioni per ulteriori opere finalizzate a garantire totalmente la sicurezza e la tranquillità della cittadinanza. E  ancora una volta sono queste le risposte a chi critica costantemente il nostro operato. Risposte che diamo e daremo sempre con fatti concreti” .

Gli intereventi per garantire la sicurezza nella zona di via Firenze si configurano anche come un primo fondamentale step verso il recupero totale dell’intera zona del parco comunale. Un obiettivo fortemente perseguito dall’amministrazione comunale come ha avuto modo di ribadire il primo cittadino.

“Come da impegni presi con l’elettorato e come più volte sottolineato” dice il sindaco Errico, “la riqualificazione del parco di via Firenze è uno degli obiettivi di questa amministrazione. Siamo convinti che questa sia un’area dalle grandi potenzialità che può e deve diventare un fiore all’occhiello della città. Stiamo inoltre già lavorando per rendere fruibile nel più breve tempo possibile la parte agibile del parco dove fra l’altro, a breve, sarà realizzato il campetto di calcio vinto dall’associazione ‘Il Mio Gallipoli’, tramite il concorso della raccolta delle bustine e l’estrazione finale indetto dalla Panini”. Il Comune, attraverso un apposito atto di giunta, concederà il terreno prospiciente via Siracusa, in comodato d’uso e l’associazione gallipolina s’impegnerà a curare quell’area circostante, che sarà quindi rigenerata. Il campo dovrà essere ultimato necessariamente entro la fine di giugno come da regolamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più sicurezza per cave e parco di via Firenze. Progetto e lavori al via

LeccePrima è in caricamento