Notizie da Gallipoli

In 14 già al lavoro, ma messi in regola solo dopo. Grane per titolare di gelateria

I finanzieri della compagnia di Gallipoli hanno portato a termine una verifica sulla posizione lavorativa dei dipendenti di un locale pubblico. Le irregolarità contestate all'imprenditore si sarebbero verificate nel 2011 e nel 2012

GALLIPOLI – Ben quattordici dipendenti di una gelateria di Gallipoli sono stati assunti solo dopo l’effettiva entrata in servizio. Al titolare dell’esercizio, relativamente ad alcuni periodi del 2011 e del 2012, sono state così contestate violazioni in materia di lavoro nero.

I finanzieri della compagnia di Gallipoli hanno portato a termine, nei giorni scorsi, una certosina attività di verifica fiscale che ha consentito di appurare la regolarizzazione del rapporto di lavoro solo in un secondo momento. Un espediente che ha portato al mancato versamento di circa 2mila euro ritenute alla fonte da parte del titolare.

Le fiamme gialle hanno prima individuato, uno per uno, i dipendenti, li hanno ascoltati e hanno controllato la loro posizione per stabilire la data della formale assunzione, le mansioni effettivamente svolte e l’orario giornaliero di lavoro. 

Sul caso spende alcune parole anche il sottosegretario al Lavoro, Teresa Bellanova, secondo cui, "la notizia dell’individuazione da parte della guardia di finanza di 14 lavoratori in nero, concentrati per altro in un solo esercizio commerciale, ci dà la misura – se ne ce fosse ancora bisogno – della gravità del problema del lavoro sommerso e illegale".

"Tuttavia - prosegue - , se siamo in grado di commentare e di impegnarci nel contrasto all’illegalità, è grazie all’impegno costante non solo delle istituzioni ma anche delle forze dell’ordine, alle quali va il mio plauso e il mio apprezzamento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La loro attività – prosegue il sottosegretario al Lavoro - è di sostegno a tutte quelle realtà commerciali e imprenditoriali sane, che scelgono la strada del lavoro buono e che per prime pagano il prezzo della disonestà dei loro concorrenti. Proseguiamo su questa strada, tenendo insieme le attività di vigilanza e di controllo e la volontà politica e istituzionale di dare risposte ferme all’illegalità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento