Domenica, 1 Agosto 2021
Gallipoli

Tre lavoratori “in nero” in una discoteca di Gallipoli. Sanzionato il titolare

I finanzieri della compagnia della Città bella hanno eseguito alcuni controlli in un noto locale della zona. Scoperte le irregolarità fiscali, hanno segnalato il rappresentante legale all'Inail, Inps e Agenzia delle Entrate. Dovrà pagare una multa di alcune migliaia di euro

Un'auto delle fiamme gialle

GALLIPOLI – In occasione della Pasquetta, hanno riaperto i battenti alcuni storici locali della movida gallipolina, che faranno tirare tardi i vacanzieri fino alla fine dell’estate. Ma i finanzieri della compagnia locale hanno già avviato una serie di controlli, per rilevare le prime irregolarità fiscali.

Una società della Città bella, che gestisce discoteche del luogo, night e sale da ballo, è infatti incappata nella rete delle verifiche dei militari delle fiamme gialle. Questi ultimi hanno scoperto tre lavoratori “in nero”, che prestavano manodopera all’interno del locale, senza che il rappresentante dell’azienda avesse comunicato la loro assunzione al Centro per l’impiego di competenza.

A seguito delle irregolarità, il rappresentante legale della società è stato segnalato all’Inail, l’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro ed all’Istituto nazionale previdenza sociale per l’applicazione delle dovute sanzioni. Infine, si è rivelata inevitabile anche la segnalazione all’Agenzia delle entrate per gli aspetti fiscali.

In tali casi, infatti, la legge prevede per ogni singolo lavoratore non regolarmente assunto scatti una sanzione amministrativa che può oscillare da un minimo di mille e 500 euro, ad un massimo di 12mila, oltre a 150 euro per ogni giornata lavorativa prestata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre lavoratori “in nero” in una discoteca di Gallipoli. Sanzionato il titolare

LeccePrima è in caricamento