Lunedì, 15 Luglio 2024
Già una rissa sui decibel nel centro storico / Gallipoli

Locali, musica sino a mezzanotte per tutelare la quiete: firmata ordinanza, controlli notturni

Gallipoli, limite esteso solo nella settimana di ferragosto sino all’una. Task force con polizia locale e forze dell’ordine per le verifiche, estese sino alle 2 di notte, per occupazioni suolo pubblico irregolari, ma anche per sosta selvaggia e contro gli eccessi della musica e il fracasso della movida

GALLIPOLI – E’ partita la stagione “calda” in terra gallipolina e come lo scorso anno è già entrata in vigore l’ordinanza che limita gli intrattenimenti musicali dei locali di somministrazione, che rimangano consentiti sino a mezzanotte sino al prossimo 6 agosto, e a seguire dal 17 agosto al 30 settembre.

Il provvedimento comunale prevede poi l’estensione dell’orario limite nella settimana di ferragosto, che passa dalla mezzanotte sino all’una. Le nuove disposizioni del Comune sono già in vigore dal 5 luglio scorso e nel centro storico c’è stato anche un brutto episodio di intemperanza (immancabilmente immortalato in qualche video, poi veicolato su telefonini e social) anche tra due titolari di due locali e qualche avventore e residente in piazzetta De Amicis, nel cuore del centro storico, proprio inerente il mancato rispetto dei limiti sui decibel selvaggi. Ma l’episodio sembra risalga, già a qualche serata prima dell’avvio dei controlli.

Limitazioni di orari di musica e intrattenimenti per tutelare la quiete e il decoro in quel di Gallipoli. dunque. Almeno nelle intenzioni e sulla carta. Il sindaco Stefano Minerva ha confermato la linea nel testo dell’ordinanza che richiama il provvedimento dello scorso anno, e che si integra con la novità dell’estensione del terzo turno di servizio degli agenti della polizia locale che, in sinergia con le forze dell’ordine, intensificheranno i controlli sino alle 2 di notte per tutta la stagione estiva.

Come lo scorso anno, musica, intrattenimenti e piano-bar nei locali, bar e ristoranti sono consentiti entro la mezzanotte, ad eccezione della settimana di ferragosto, dove il limite orario viene esteso sino all’una di notte. Il primo cittadino ha imposto la regolamentazione per l’intrattenimento musicale all'interno e all'esterno dei pubblici esercizi che devono svolgersi senza superare i limiti massimi di esposizione al rumore previsti dalla normativa vigente in materia di inquinamento acustico.

L’ordinanza contro i cosiddetti decibel selvaggi consente nel dettaglio lo svolgimento all'esterno dei locali degli intrattenimenti musicali dal 5 luglio al 6 agosto e dal 17 agosto al 30 settembre: sino alla mezzanotte. Mentre dal 7 al 16 agosto, nella settimana clou del ferragosto, sino all'1 del giorno successivo, con la raccomandazione che comunque il livello sonoro emesso dovrà essere di intensità tale da non arrecare disturbo alla quiete pubblica.

L’assessorato alla Polizia locale, retto da Stefania Oltremarini, ha già predisposto un rafforzamento dei controlli, in sinergia con il comando della polizia locale e le forze dell’ordine, al fine di innalzare i livelli di tutela per l’ordine, la sicurezza e il controllo degli eccessi della movida. Sarà istituito anche un nucleo di vigilanza specifico notturno, con estensione del terzo turno di servizio che sarà operativo sino alle 2 di notte, e che procederà a controlli specifici per tutta la stagione estiva: la task force si occuperà di controllare non solo le occupazioni di suolo pubblico irregolari o abusive, ma anche la sosta selvaggia e la tutela della quiete pubblica contro gli eccessi della musica di intrattenimento e il fracasso della movida.

Il sindaco Minerva ha formalizzato quindi la nuova ordinanza, in raccordo con le prescrizioni dettate come sempre dal Comitato per l’ordine e la sicurezza della prefettura, per limitare l’inquinamento acustico e il disturbo della quiete e agevolare i controlli di polizia locale e forze dell’ordine. Oltre ai controlli fonometrici sono previste anche le sanzioni sino a 500 euro per chi non rispetta le regole imposte dall’ordinanza e alla terza violazione è prevista anche la segnalazione di inosservanza al questore e la sospensione dell’attività per almeno 15 giorni ai sensi del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Oltre ai limiti l’ordinanza comunale prevede anche che il sindaco possa concedere deroghe orarie alle disposizioni in vigore per manifestazioni pubbliche di forte richiamo organizzate dall'amministrazione comunale o con il suo patrocinio, ovvero per trattenimenti musicali effettuati presso gli esercizi pubblici che necessitano in via straordinaria di un prolungamento degli eventi.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Locali, musica sino a mezzanotte per tutelare la quiete: firmata ordinanza, controlli notturni
LeccePrima è in caricamento