Gallipoli Gallipoli

Macrì lascia il timone a Vitiello: nuovo cambio alla guida della capitaneria di porto

Questa mattina in una cerimonia in forma ridotta per le limitazioni imposte dell’emergenza sanitaria il passaggio di consegne al comando della guardia costiera salentina. Illustrato un breve bilancio delle attività di soccorso e controllo in mare degli ultimi due anni

GALLIPOLI - Cambio al vertice del comando della capitaneria di porto di Gallipoli. Il comandante in carica Enrico Macrì, dopo due anni alla guida della guardia costiera salentina, andrà a Roma per ricoprire un nuovo prestigioso incarico presso il comando marittimo Centro e Capitale.

Questa mattina, presso il piazzale interno della sede della capitaneria, si è svolta la cerimonia di avvicendamento del capo del compartimento marittimo di Gallipoli che vede in carica da oggi il capitano di vascello Pasquale Vitiello.  Alla cerimonia, che si è svolta in forma ridotta per le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria, ha preso parte solo una rappresentanza del personale dipendente. Presenti il comandante marittimo Sud, l’ammiraglio di divisione Salvatore Vitiello e il direttore marittimo della Puglia e della Basilicata Ionica, il contrammiraglio Giuseppe Meli.

Il video della cerimonia

L’occasione è stata proficua per fornire un breve resoconto dell’attività svolta dalla capitaneria di porto nell’ambito del periodo di guida da parte del comandante uscente.

Bilancio dell’ultimo biennio

Nei due anni di comando, 124 sono state le operazioni di ricerca e soccorso in mare condotte e coordinate, svolte spesso in condizioni meteo marine proibitive, con il salvataggio, complessivamente di 1.431 persone e di 108 unità nautiche. Particolare attenzione è stata dedicata agli aspetti operativi assicurando una costante presenza del personale della guardia costiera sia in mare che a terra.

Ne sono dimostrazione le 36mila miglia nautiche di pattugliamento lungo tutta la fascia costiera di giurisdizione, da Punta Prosciutto a Casalabate, gli oltre 7.600 controlli dell’operazione “Mare Sicuro”, svolti tra giugno e settembre, sia in mare che sulle spiagge, a tutela della sicurezza delle attività balneari, con la principale finalità di prevenire incidenti e comportamenti a rischio.

Particolare attenzione è stata rivolta alla tutela delle aree demaniali marittime, dell’ambiente e delle risorse ittiche. Sono state 173 le comunicazioni di notizia di reato trasmesse all’autorità giudiziaria con 88 sequestri penali, ben 2.386 i verbali di sanzioni amministrative con 149 provvedimenti di sequestro amministrativo. Oltre 2 tonnellate e mezzo il prodotto ittico sequestrato proveniente principalmente da pesca di frodo.

PASSAGGIO DI CONSEGNE 1-2

Il saluto dei comandanti

Nel suo discorso di commiato, soddisfatto del lavoro assicurato e richiamando i principi di responsabilità, senso del dovere, attaccamento alle istituzioni e spirito di appartenenza alla nazione ai quali, da sempre, ha improntato il suo modo di sentire la professione,  il capitano di vascello Enrico Macrì ha rimarcato l’impegno profuso dal personale dipendente, ringraziandolo per la costante e partecipata collaborazione fornita nel perseguimento degli obiettivi istituzionali nell’ambito del territorio della provincia di Lecce, in uno scenario in cui si è reso sempre più necessario razionalizzare strutture e risorse. Affettuosi ringraziamenti sono stati rivolti anche all’ammiraglio di divisione Salvatore Vitiello ed al contrammiraglio Giuseppe Meli per il supporto e la vicinanza dimostrata.

Il nuovo comandante, Pasquale Vitiello, proviene dall’Ufficio legislativo del ministero della Transizione Ecologica. Nel suo discorso di insediamento ha espresso la propria soddisfazione per l’incarico che si accinge ad assumere. Proseguendo, il nuovo capo del compartimento marittimo di Gallipoli, confidando nel sostegno dei suoi collaboratori, ha dichiarato la volontà di proseguire, con ogni sforzo possibile, a mantenere l’elevato livello di efficienza nel Salento, per conseguire risultati sempre all’altezza delle aspettative che la cittadinanza, l’utenza e le istituzioni, ripongono nell’autorità marittima.

Sia l’ammiraglio di divisione Salvatore Vitiello che il contrammiraglio Giuseppe Meli hanno poi ringraziato il comandante Macrì per il prezioso lavoro svolto durante la sua permanenza al comando compartimentale, così come comprovato dalle numerose attestazioni di stima giunte da tutte le autorità provinciali, rivolgendo contestualmente i migliori auguri di buon lavoro al suo successore e neo reggente della capitaneria di Gallipoli.

PASSAGGIO DI CONSEGNE 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macrì lascia il timone a Vitiello: nuovo cambio alla guida della capitaneria di porto

LeccePrima è in caricamento