Giovedì, 5 Agosto 2021
Gallipoli

“Una maggioranza ormai a pezzi. E ora Gallipoli affonda pure alla Bit”

Il capogruppo della Puglia Prima di Tutto, Coppola, sferza l'amministrazione del sindaco Errico: "Assente nella programmazione turistica". Ed è scontro anche sulle commissioni consiliari. "Convocate a iosa, ma per bloccare la Giunta"

Una bella veduta di Gallipoli.

GALLIPOLI - Non solo silenzi, ma anche una maggioranza “assente” sulla programmazione e sui temi qualificanti per la città. E pronta a bloccare nelle commissioni, convocate in numero esponenziale, ciò che la stessa giunta del sindaco Errico mette in cantiere. Così almeno la vede la minoranza. Non c’è tregua sul versante dell’opposizione che continua a pungolare a vista l’amministrazione comunale. E ora il capogruppo della Puglia Prima di Tutto, Giuseppe Coppola, pone l’accento critico in particolare sulla promozione turistica a poco più di una settimana dall’appuntamento con la Borsa internazionale del turismo.

“Tra soli dieci giorni hanno inizio le grandi manifestazioni di promozione turistica del 2014, prima tra tutte la Bit di Milano, e nessuna iniziativa è stata ancora intrapresa da questa amministrazione” accusa Coppola, “la città di Gallipoli sembra assente dai grandi circuiti di promozione turistica. Non si hanno infatti notizie della presenza strategica di questa città, e non solo alla Bit”. E tale circostanza secondo i rilievi del consigliere di minoranza sconfesserebbe anche i buoni propositi enunciati con l’istituzione della imposta di soggiorno. “A quanto pare i  turisti sono utili solo per essere depredati della tassa di soggiorno” accusa Coppola, “e nessun servizio pubblico viene loro offerto o programmato. Non si hanno tracce delle ingenti risorse introitate dall’istituzione della tassa che ha prodotto ben 305 mila euro di entrate letteralmente cadute dal cielo”.

Al centro Giuseppe Coppola capogruppo Ppdt-4A tutto questo il capogruppo della Ppdt rammenta anche il “malvezzo”, a suo dire, della maggioranza di “bocciare come inefficaci” le proposte costruttive che vengono dall’opposizione. “Osservazioni, sollecitazioni e proposte cadono nel vuoto” lamenta il consigliere, “salvo poi, a distanza di tempo, ritorcersi a danno dei cittadini di Gallipoli. Infatti, dopo le diffide per la mancata approvazione del Piano delle coste, è giunta anche la bocciatura da parte della Regione della delibera relativa al riordino dei plessi scolastici”. E poi l’affondo sulle commissioni consiliari, nuovo terreno dello scontro politico interno e nelle quali, a quanto sembra, anche il gruppo Pd ora ha deciso di limitare la partecipazione, se le stesse non dovessero essere animate da spirito costruttivo e propedeutico al lavoro del Consiglio.

Le commissioni convocate oramai senza pudore in seduta permanente” attacca Coppola, “continuano a sconfessare l’operato dell’amministrazione, mentre la giunta approva, nelle commissioni vengono esibiti i muscoli da parte di una maggioranza che non c’è. E che disapprova. Ed a nulla vale agire con lo spirito di  opposizione costruttiva considerato che rimangono  lettera morta pure le delibere e le mozioni approvate come atti di indirizzo dal consiglio comunale. Non si ha ad esempio” conclude Coppola, “alcuna traccia dell’avvio dei lavori per la ricognizione degli immobili di proprietà pubblica nell’ambito del territorio comunale, come pure nulla è stato fatto per la riorganizzazione del complesso servizio di igiene urbana nonostante gli impegni assunti in Consiglio nella delibera che autorizzava l’incremento della dotazione organica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Una maggioranza ormai a pezzi. E ora Gallipoli affonda pure alla Bit”

LeccePrima è in caricamento