Mercoledì, 16 Giugno 2021
Gallipoli

Magliette bianche strigliano i politici. “Programmi e rispetto per la città”

Il Comitato cittadino di liberazione contesta il valzer dei nomi e le manovre per le candidature a sindaco. Pronti anche ad una corsa solitaria

GALLIPOLI – Torna a far sentire la sua voce fuori dal coro  il Comitato cittadino di liberazione di Gallipoli che con il suo portavoce Roberto Giurgola prende posizione sulle ultime vicende relative alle candidature per le prossime amministrative. Il comitato delle cosiddette “magliette bianche”, nato con il preciso scopo di difendere la comunità di Gallipoli, per il suo sviluppo e per la tutela degli interessi sociali ed economici dei cittadini, soprattutto di quelli appartenenti alle fasce più deboli, e per fronteggiare le emergenze contro il disordine e gli eccessi del  turismo caos, aveva annunciato di voler essere protagonista e partecipe con una propria lista di riferimento alle prossime elezioni comunali.

Nei mesi scorsi il sodalizio aveva anche aderito all’intesa di coalizione avviata sotto l’egida di Gallipoli 2012, Sel-Sinistra Italiana, Pci, Psi e associazione Centro Storico Culturale poi venuta meno in corso d’opera con la riunificazione delle forze del centrosinistra e il traghettamento delle componenti della sinistra verso la candidatura di Stefano Minerva. E ora alla luce anche delle manovre in atto da parte di Gallipoli 2012, in campo con un suo candidato sindaco e possibili, ma per ora solo paventate, alleanze nel centrodestra, il Comitato ha inteso chiarire al sua pozione di autonomia e  caldeggiare una discussione e un confronto sui programmi per la città prima ancora della faida intestina sui nomi dei candidati sindaci.            

“In questi giorni, abbiamo visto da più parti la continua rincorsa al nome del candidato sindaco, senza che nessuno ponesse alla base delle proprie ricerche un’idea di programma e di progetto per la città” evidenzia Giurgola in qualità di portavoce, “e ora siamo stanchi del silenzio nei riguardi della cittadinanza, stanchi di vedere formazioni piroettare da una parte all’altra del panorama politico cittadino, stanchi di vedere riproposti nomi e volti che hanno caratterizzato in negativo gli ultimi dieci anni della vita amministrativa cittadina, stanchi soprattutto, che tutto questo venga deciso in riunioni di stampo carbonaro, nelle segrete stanze dei vertici di questo o quel partito, da persone che nulla hanno a che vedere con la nostra gente, umiliando continuamente Gallipoli e i suoi cittadini, alcuni dei quali si sono ritrovati ad addormentarsi candidati sindaco e risvegliarsi comuni mortali”. Da qui la presa di pozione per l’immediato futuro delle magliette bianche gallipoline.

“Valutato tutto questo,considerato il fatto che da una parte si propone una riedizione della compagine politica che ha caratterizzato la precedente amministrazione, dall’altra le notizie di stampa parlano di alleanze e candidati sindaci in continua evoluzione, anticipando fin da ora, se queste sono le idee , cosa potrebbe essere un’amministrazione retta da tale coalizione” spiega ancora Giurgola, “il Comitato cittadino è pronto a confrontarsi pubblicamente su programmi e progetti per la città, ed appoggiare il candidato sindaco le cui idee saranno ritenute valide per il sano sviluppo di Gallipoli e la difesa dei gallipolini. In alternativa, è pronto a presentarsi da solo e con un proprio candidato sindaco alla prossima competizione elettorale, perchè Gallipoli e i gallipolini meritano rispetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magliette bianche strigliano i politici. “Programmi e rispetto per la città”

LeccePrima è in caricamento