Mercoledì, 4 Agosto 2021
Gallipoli

Nubi nere e “vortici” minacciosi. Il maltempo fa scattare la psicosi

Segnalazioni e fotogrammi per immortale nubi nere e una presunta nuova tromba d'aria in avvicinamento sulla città di Gallipoli. Nulla di allarmante al di là del maltempo e la grandine caduta nel pomeriggio. Temperature in forte calo

Foto inviata da un utente di LeccePrima, Tony di Gallipoli.

GALLIPOLI – Grossi nuvoloni assemblati sulla città e un nuovo vortice avvistato al largo del versante di scirocco. E per i gallipolini è subito scattato un nuovo allarme tromba d’aria. In realtà si è trattato di una degenerazione allarmistica dell’ondata di maltempo che in queste ore annuncia l’arrivo della gelida perturbazione ribattezzata “Attila” e che nel pomeriggio di oggi ha fatto già capolino nel Salento e fatto scattare la classica psicosi per una nuova sferzata in arrivo.

Nulla di tutto questo per fortuna. E nulla di paragonabile a quanto accaduto poco dopo mezzogiorno del 19 novembre scorso e alla calamità naturale che si è abbattuta in maniera devastante sulla cittadina ionica e in diversi altri centri salentini.

Sono però bastati tre minuti di grandine intensa e la visione dei coni neri e all’apparenza già vorticosi per creare qualche allarmismo. E annunciare una seconda tromba d’aria in arrivo. Tutto rientrato in una manciata di minuti anche perché al di là della pioggia battente per poco tempo, anche l’assenza di forte vento spirante da sud (rilevato invece con intensità non superiore ai 9 chilometri orari durante questa domenica) ha scongiurato qualsiasi minaccia.

Non sono comunque mancate le segnalazioni e le foto che hanno immortalato nubi e “vortici” in avvicinamento sulla città. L’avviso di allerta meteo è comunque ancora in auge, anche se ciò che in queste ore fa rabbrividire è solo la drastica diminuzione della temperatura al disotto dei 9 gradi.       

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubi nere e “vortici” minacciosi. Il maltempo fa scattare la psicosi

LeccePrima è in caricamento