Sabato, 19 Giugno 2021
Gallipoli

Mensa nelle scuole, superate le difficoltà burocratiche. Lunedì si riparte

Come anticipato dall'assessore Coronese il servizio affidato alla Ladisa Spa può ripartire dopo la sospensione forzata

Silvia Coronese.

GALLIPOLI – Superate le incombenze burocratiche e formalizzato il passaggio di consegne nelle mani della nuova ditta, la Ladisa Spa di Bari, da lunedì prossimo 19 dicembre riprenderà a pieno regime il servizio della mensa scolastica nelle scuole comunali di Gallipoli. Le rassicurazioni e le promesse dell’assessore alla pubblica istruzione Silvia Coronese trovano seguito nell’ordinanza comunale firmata nella giornata di ieri dal sindaco Stefano Minerva con la quale è stata disposta la riattivazione del servizio di refezione scolastica su tutto il territorio e quindi nelle scuole degli istituti comprensivi.  La ditta Ladisa ha infatti comunicato “la propria disponibilità” all’avvio del servizio a partire da lunedì e “di essere perfettamente in regola con le condizioni generali, nonché igienico sanitarie, richieste”. 

L’assessore ai Servizi sociali ed all’istruzione nei giorni scorsi aveva voluto chiarire, anche a mezzo stampa, i motivi che  hanno determinato un rallentamento nell’affidamento del servizio di refezione scolastica alla ditta Ladisa spa, seconda classificata nel bando di gara comunale, dopo la decisione di rescindere il contratto in essere con la predente ditta affidataria, la Fenice srl, dopo la nota vicenda relativa ai presunti casi di tossicazione alimentare che hanno interessato molti bambini in altri comuni (Nardò e Corigliano in particolare) e la temporanea sospensione del centro di cottura di Galatone in seguito alle verifiche amministrative e sanitarie. Nonostante da parte della direzione generale della Asl ci sia stata la nuova autorizzazione per la ditta Fenice srl a riaprire il centro cottura e proseguire la regolare attività, alcune amministrazioni come quella di Nardò e di Gallipoli hanno deciso di revocare l’appalto e proseguire con affidamento diretto e temporaneo alle ulteriori ditte in graduatoria. Dopo aver comunicato la volontà di voltare pagina, con una determina del 5 dicembre scorso, il Comune di Gallipoli ha provveduto all’affidamento alla società che ha presentato l’offerta migliore dopo quella aggiudicataria e si è dichiarata immediatamente disponibile a proseguire il servizio. In questi giorni si sono registrati diversi disagi per le famiglie perché il servizio mensa nelle scuole non è stato riattivato con immediatezza, ma i ritardi sono stati attribuiti anche allo slittamento di alcuni incontri sindacali per stabilire il futuro di undici lavoratrici che per diversi anni hanno prestato servizio con la vecchia ditta nella distribuzione dei pasti e che ora verranno reintegrate.                

"Sia genitori che insegnanti sono stati di grande aiuto in questo periodo e non posso fare altro che ringraziare loro per la collaborazione e la pazienza” commenta l’assessore Coronese, “dopo 15anni di servizio, e più, della ditta La Fenice che non ha mai ascoltato consigli, proteste e problemi che le scuole e le famiglie hanno evidenziato in questo lungo periodo e considerando che anche le amministrazioni precedenti non sono mai intervenute in maniera decisa, noi abbiamo deciso di dare una svolta radicale e garantire un servizio efficiente ed efficace. Non solo, il nostro impegno si è trasformato in un coinvolgimento totale delle famiglie, che ad oggi, non avevano mai avuto molta voce in capitolo. Mi scuso a nome di tutta l'amministrazione per il ritardo della riattivazione del servizio” continua l’assessore, “ma sottolineo che si è lavorato in maniera ineccepibile e celere e che se si è giunto alla data del 19 dicembre è stato esclusivamente per una serie di circostanze, indipendenti dal lavoro degli uffici. Anche perché, occorre considerare che si è proceduto affinché tutti i dipendenti fossero nuovamente richiamati a lavoro. Questo è sicuramente un aspetto importante e fondamentale". "

"Ci sono state più riunioni per giungere alla migliore soluzione possibile, anche dal punto di vista giuridico, coinvolgendo l'Asl che ne ha monitorato la situazione. Siamo sicuri” conclude la Coronese, “che la nuova ditta incaricata svolgerà un servizio migliore e da parte nostra ci sarà, ad ogni modo, continuo monitoraggio e controllo. Pretendiamo qualità: questo è il punto chiave di questo nuovo passaggio". La nuova società Ladisa spa si servirà di proprio centro cottura che si trova a Casarano, ma l’obiettivo futuro che il sindaco Minerva e l’amministrazione comunale hanno già manifestato è quello di poter realizzare un centro per la preparazione dei pasti all’interno della città e probabilmente nei locali del plesso di via Giorgio da Gallipoli. Se ne riparlerà nella stesura del nuovo bando di gara per l’affidamento definitivo del servizio che sarà assegnato probabilmente per il prossimo anno scolastico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mensa nelle scuole, superate le difficoltà burocratiche. Lunedì si riparte

LeccePrima è in caricamento