rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Gallipoli Gallipoli

Messaggi e un abbraccio “colorato” degli studenti in piazza per invocare la Pace

Una manifestazione dei ragazzi dell’istituto “Giannelli” e del Liceo “Quinto Ennio” nel Seno del Canneto di Gallipoli per esprimere solidarietà e vicinanza al popolo ucraino tra letture, canti a tema e rappresentazioni del simbolo universale della pace

GALLIPOLI - Studenti riuniti nella piazza del Canneto nell’abbraccio inneggiante alla Pace, proprio alle falde del Santuario, e per diffondere messaggi e immagini di ”bellezza” e fratellanza verso il popolo ucraino rigettando contestualmente gli orrori della guerra e della cieca violenza.

E’ stato questo il filo conduttore e l’obiettivo della “Manifestazione per la Pace” svoltasi il 6 aprile scorso in piazza Aldo Moro nello scenario del Seno del Canneto di Gallipoli. L’iniziativa è stata organizzata dalla sede gallipolina dell’istituto superiore “Enrico Giannelli” ed ha visto il coinvolgimento anche degli studenti del liceo “Quinto Ennio”, con una delegazione guidata dalla docente Vincenza Suez, e dei licei coreutico, musicale e artistico delle sedi di Parabita e Casarano dello stesso istituto promotore della manifestazione.

Tra letture e canti a tema, e dopo aver rappresentato il simbolo della Pace ed esibito bandiere e drappi con i colori simbolo dell’Ucraina, falcidiata dal conflitto con la Russia, la manifestazione si è avviata alla sua conclusione con l’intervento del dirigente scolastico Cosimo Preite, il quale ha invitato gli studenti ad opporsi sempre a ogni tipo di sopruso, favorendo e facilitando la Pace.

Manifestazione per la Pace in piazza del Canneto

Prima del congedo delle varie delegazioni scolastiche, nell’aria è risuonato l’invito finale, rivolto ad alunni e non, a praticare gentilezza. Sempre e comunque.

“Abbiamo voluto fortemente questo evento” ha sottolineato docente Roberta Rahinò, curatrice dell’evento insieme alle colleghe Annalaura Della Rocca e Daniela De Nicoli, “la nostra intenzione fin dall’inizio è stata quella di dare un piccolo contributo alla causa della Pace, preparando i nostri studenti a confezionare piccoli doni, di parole, pensieri e testimonianze, che oggi sono stati lanciati metaforicamente ai presenti, e non solo, raggiungendo nelle intenzioni le popolazioni che stanno soffrendo le atrocità della guerra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messaggi e un abbraccio “colorato” degli studenti in piazza per invocare la Pace

LeccePrima è in caricamento