Lunedì, 14 Giugno 2021
Gallipoli

Minerva pronto per nuove sfide: “Un anno di risvolta. Ecco come cambia Gallipoli”

Il sindaco ha chiamato a raccolta assessori e consiglieri per presentare il rendiconto dei primi 12 mesi di amministrazione. Cambia la ditta dei rifiuti e si riduce la tariffa del parcheggio del porto

Il sindaco Minerva

GALLIPOLI – Prima le novità dell’ultim’ora con il cambio della guardia in seno al servizio della raccolta dei rifiuti e di igiene urbana, il finanziamento per tre nuove isole ecologiche e la decisione di ridurre la tariffa estiva del parcheggio del porto. Poi un lungo excursus sulle cose fatte e in itinere, tessendo le lodi per “il cuore e le braccia operose” dei suoi assessori e dei consiglieri comunali animati da grande senso “di amore e responsabilità” verso la propria città. Il sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva, ha chiamato a raccolta nel pomeriggio di ieri la sua squadra di governo e i consiglieri comunali per presentare il rendiconto dei primi 12 mesi di amministrazione. Per il primo cittadino la “risvolta” di Gallipoli, inneggiata durante la campagna elettorale dello scorso anno che ha portato alla vittoria nel turno di ballottaggio, è già iniziata. E dopo dodici mesi di amministrazione se ne colgono già i primi risultati, pur tra tante difficoltà e qualche brusca frenata.

Annuncia le novità i correttivi dell’ultim’ora il sindaco ionico: dal primo luglio infatti i cambiamenti in tema di rifiuti e parcheggi che si associano alla lunga rendicontazione resa durante l’incontro pubblico nella sala riunioni di via Pavia. Con una ordinanza contingibile e urgente, sottoscritta proprio nella giornata di ieri, il primo cittadino ha dato corso all’avvicendamento, a partire dall’inizio del prossimo mese, nella gestione del servizio di raccolta dei rifiuti e di igiene urbana: dopo la decisione della ditta Navita srl, che ha gestito sinor’ora il servizio in regime di proroga, di comunicare al Comune l’intenzione di non proseguire nella reggenza dell’appalto dopo il 30 giugno, l’amministrazione per impedire l’interruzione del pubblico servizio ha emanato il nuovo provvedimento per l’affidamento urgente dello stesso servizio. Sarà quindi il raggruppamento d’imprese della Gial Plast srl e della Colombo Biagio Srl, che hanno già ottenuto l’affidamento provvisorio dell’appalto dell’Aro11, a garantire da subito la prosecuzione del servizio sino al 31 dicembre o almeno sino alla sottoscrizione del relativo contratto definitivo.

Altra novità estrapolata nella conferenza stampa di ieri quella sul nodo parcheggi per l’estate (con l’attivazione delle aree porto, blue salento, via Zacà, e via Rossellini e l’integrazione dei servizi navetta pubblici e degli operatori privati) e soprattutto la rimodulazione, sempre dal 1° luglio, della tariffa stagionale dell’area sosta a pagamento del porto che in accoglimento della proposte e della concertazione avviata con residenti e commercianti del centro storico, passerà dagli attuali 2 euro a quella analoga in vigore per gli altri parcheggi cittadini a pagamento e quindi pari a 1,50 euro all’ora. Novità in arrivo e anche piccoli passi concreti già realizzati, qualche “peccato di gioventù” subito sanato grazie al lavoro di ascolto, confronto e partecipazione “al quale questa amministrazione non si sottrae”, chiosa Minerva, e qualche frenata nella programmazione dovuta “a qualche ricorso mosso in maniera ostruzionistica da una parte dell’opposizione che ha rifiutato ogni apertura politica mossa dalla nostra maggioranza”. Ma la risvolta per Minerva non si è arenata. Tutt’altro, almeno secondo la sua dettagliata disamina. E il sindaco sottolinea la caparbietà e l’incalzante attività giornaliera dei suoi assessori (Emanuele Piccinno, il vicesindaco Cosimo Alemanno, Silvia Coronese, Dario Vincenti, Anna Sergi) e dei suoi consiglieri e del presidente dell’assise Rosario Solidoro. “Abbiamo lavorato tanto e le difficoltà non sono mancate, ma la buona fede, l’impegno e l’onesta di questa amministrazione non si possono mettere in discussione” tuona Minerva rammentando anche che se “nel ballottaggio del giugno 2016 avesse vinto qualcun altro oggi la città non avrebbe un sindaco e una guida autorevole”.

Poi la lunga carrellata delle “grandi e piccole cose” fatte e ancora novità in presa diretta: oltre a Gallipoli che si conferma meta preferita e gettonata dell’estate 2017, ecco, sempre in tema di rifiuti e raccolta differenziata, l’assegnazione di un finanziamento regionale di 190 mila euro per la realizzazione di tre isole ecologiche sul territorio. E ancora i nuovi bandi per attivare ex Ceduc e mercato ittico all’ingrosso, quello della mensa e del centro cottura in città, le misure Red, i concorsi per i vigili, l’importante conferma dell’ospedale Sacro Cuore quale struttura di 1° livello, l’attivazione per la prima volta della guardia medica h24 nel centro storico, l’attivazione ormai imminente dei defibrillatori, i nuovi regolamenti su commercio e licenze, gli accordi nevralgici per la portualità, il tema del blocco dello scarico a mare del depuratore, i 750 mila euro di fondi Cipe per l’illuminazione del centro storico. E senza dimenticare le sfide della cultura e del turismo: La Notte Bianca della Cultura, i festival della poesia e del libro, le candidature a capitale italiana della cultura e patrimonio dell’Unesco, le partecipazioni alle fiere internazionali di settore. Su input dell’assessore Emanuele Piccinno ricordate anche le iniziative avviate per il palazzetto dello sport, il dog park di via Firenze, le ordinanze contro volantinaggio e bivacco, l’attivazione delle colonnine per le auto elettriche e i cestini per le deiezioni canine che saranno ulteriormente incrementati e senza dimenticare la valorizzazione delle feste patronali come  quelle della madonna del Carmine e di Santa Cristina che festeggia il 150 anniversario. Tre le rassicurazioni quella per il castello: nessun ristorante o tavola calda, ma solo un punto ristoro con caffetteria con l’attrezzatura riveniente dal Sac.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minerva pronto per nuove sfide: “Un anno di risvolta. Ecco come cambia Gallipoli”

LeccePrima è in caricamento