Lunedì, 14 Giugno 2021
Gallipoli

Tamponi alcolici, moda importata dal Regno Unito: 28enne denunciata ne aveva una trentina

Imbevuti quasi sempre di Vodka, provocano effetti immediati. L'alcol entra in contatto con le mucose vaginali e lo sballo è rapido. La moda, già in voga in Gran Bretagna, ha attecchito anche nel gallipolino: quando una decina di giorni addietro i carabinieri hanno denunciato una ragazza di Trepuzzi, quest'ultima li custodiva nella pcohette. Ma non sono vietati dalla legge

I carabinieri in spiaggia (Foto di repertorio)

GALLIPOLI – Quando è stata perquisita e denunciata per detenzione e spaccio di stupefacente in spiaggia,  D.G.., la 28enne di Trepuzzi trasferitasi a Terlizzi dal compagno, arrestato durante i controlli dei carabinieri, aveva una trentina di tampax “alcolici”. Non è proprio l’ultima delle trovate. La moda approdata nella movida salentina in questa stagione stiva, è già in uso nel Regno Unito.

I tamponi, da inserire nella vagina, sono imbevuti quasi sempre di Vodka e sono più rapidi nel sortire effetti. L’alcol entra in contatto direttamente con le mucose, e forniscono lo sballo immediato. Quando i militari dell’Arma della Città Bella, coordinati dal capitano Michele Maselli,  hanno trovato lo stupefacente nella pochette della ragazza, sono spuntati anche questi “nuovi” strumenti per lo sballo.

Nessun provvedimento, poiché non sono proibiti dalla legge. In quell’occasione, però, la 28enne è finita nei guai perché trovata in possesso di alcuni grammi di marijuana e un tritaerba utilizzato per il confezionamento delle dosi. Queste ultime, poi, venivano smerciate nei principali lidi di Gallipoli, comodamente sul bagnasciuga. Ma ancor più dello spaccio, è questa tendenza serpeggiante tra le ragazze ad inquietare, tanto da finire su tutte le testate d'italia, nel corso degli utlimi giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi alcolici, moda importata dal Regno Unito: 28enne denunciata ne aveva una trentina

LeccePrima è in caricamento