Martedì, 15 Giugno 2021
Gallipoli

Un Natale senza luminarie, ma arriva il programma delle feste

Nessun addobbo luminoso su corso Roma e centro, colpa della crisi. Il Comune e le associazioni "salvano" le tradizioni. Visite guidate alle "Chiese Aperte", al frantoio ipogeo e alle Natività. E c'è "la Befana in rosa"

GALLIPOLI - Tempi di crisi e tagli natalizi, e per le luminarie su corso Roma e dintorni è tempo di “renne” magre. Giusto per rimanere in tema. Nessuno scintillio, ne addobbo pubblico nelle vie centrali, se si eccettua l’iniziativa privata di commercianti e cittadini che hanno colorato a proprie spese vie, negozi, e balconi dal cuore del corso principale al centro storico. Certo c’era da aspettarselo, i tagli dei contributi agli enti locali pesano, e non poco. E le casse comunali vanno preservate in tempi di antipasto natalizio della recessione. Quindi meglio tagliare le luci di Natale, che altro. Ma in compenso è arrivato un piccolo calendario degli eventi tradizionali delle festività, che grazie all’impegno delle associazioni locali, delle parrocchie, e alla supervisione del Comune garantiranno almeno di salvaguardare gli storici appuntamenti musicali, enogastronomici e dell’artigianato gallipolino tipici del periodo delle feste. Con le immancabile note della “pastorale” gallipolina a fare da sottofondo.

E così sulle note dei musicanti della Filarmonica Città di Gallipoli, ha preso il via ufficialmente il programma delle manifestazioni natalizie approntato dal Comune in collaborazione con la Commissione alle pari opportunità  e il supporto delle associazioni Amart, Gallipoli Nostra, il Musicante e La Mo.Ra. Su input dell’ufficio Cultura e Turismo è stato realizzato un itinerario culturale e un programma di manifestazioni con l’obiettivo di valorizzare le opere artistiche dei presepi e far vivere gli spettacoli organizzati in città. Con la rassegna “a Gallipoli c’è...Musica e Eventi” si presenta un programma di eventi musicali e spettacoli che ha preso il via con le tradizionali musiche natalizie per le vie della città a cura della Filarmonica e la sfilata di Babbo Natale con distribuzione di dolci ai più piccoli su corso Roma e centro storico (appuntamento che si rinnoverà il 23 in via Carlo Massa e zona Peep e il 24 nuovamente nella città vecchia).

Stasera dalle 19,30 nella chiesa del Sacro Cuore appuntamento musicale “E’ Natale ancora” con la Filarmonica città di Gallipoli e la direzione di Pascal Coppola, mentre ieri  al teatro Garibaldi si è svolto il seminario di studi sul “viaggio musicale di Giuseppe Tricarico da Gallipoli, fra Roma, Ferrara e Vienna” con il concerto dell’ensemble di musica antica “Armoniche stravaganze”. Domani invece, esibizione canora (alle 20) nella chiesa del Sacro Cuore del coro Jubilaeaum diretto da Antonella Manco e in collaborazione con la Fidas. Il calendario degli eventi, tra concerti tradizionali di Natale e Capodanno, visita al frantoio ipogeo di palazzo Granafei, le chiese aperte, i tour tra presepi e Pupi di san Silvestro e la recitazione, si concluderà venerdì, 6 gennaio, con “La Befana è rosa”, giornata curata dalla Commissione alle Pari Opportunità.

Ma a “Gallipoli c’è...” anche “Arte e tradizione”, un itinerario tra presepi viventi e natività artistiche. Gallipoli rientra, infatti, nel circuito della “Città dei Presepi” che ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere le realizzazioni e la creatività degli artisti locali. Sono, inoltre parte integrante del progetto i presepi artistici e viventi curati dalle associazioni cittadine e dalle comunità parrocchiali. Per il pubblico in visita a in città è attivo, con partenza da Lecce, un servizio pullman nelle giornate del 29 dicembre, partenza alle 16.15 e rientro alle 21.30 (con tappa ai presepi di Strudà) e il 6 gennaio stessi orari e con tappa ai presepi di Galatone). Già dall’8 dicembre scorso è possibile visitare il presepe della zona Lido San Giovanni, mentre venerdì sarà acceso il presepe luminoso della zona Peep 3.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Natale senza luminarie, ma arriva il programma delle feste

LeccePrima è in caricamento