menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non solo rifiuti, fototrappole per pizzicare chi non raccoglie “bisognini” dei cani

Aumentano i controlli disposti da Comune e polizia locale per il rispetto dell’ambiente e del decoro urbano. Sanzionati i primi cinque trasgressori

GALLIPOLI - Giro di vite per chi non rispetta le regole della tutela ambientale e del decoro cittadino. E grazie all’ausilio delle foto trappole oltre a pizzicare i trasgressori, che continuano ad abbandonare i rifiuti sul territorio cittadino e nelle marine, si punta a dissuadere anche i proprietari degli amici di quattro zampe che non rispettano le norme sulla raccolta delle deiezioni canine.

Nel corso degli ultimi mesi sono state infatti posizionate delle fototrappole in alcuni luoghi strategici della città in cui la mancata raccolta degli escrementi dei cani è più diffusa e le immagini, al vaglio della polizia locale, hanno già immortalato e punito cinque trasgressori. Inoltre, gli occhi elettronici saranno raddoppiati a partire dai prossimi giorni e l'individuazione dei proprietari che non rispettano le norme di igiene e polizia urbana porterà anche ad una verifica all’anagrafe canina con relative sanzioni in caso di illeciti.

E’ questa la parte repressiva del fenomeno legata alla più ampia campagna di sensibilizzazione avviata dal Comune di Gallipoli a favore del decoro urbano e dell'igiene pubblica che prende il nome di “Raccogli tu i miei bisogni”. L'amministrazione comunale, in collaborazione con il comando della  polizia locale, ha infatti avviato in questi giorni una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini indisciplinati proprietari di animali domestici, e in particolare ai padroni di cani.

È Oliver il cane scelto per la nuova campagna di sensibilizzazione per un paese più pulito e più rispettoso dell'ambiente: il testimonial di questa nuova iniziativa mira a fronteggiare (con l’auspicio di eliminare del tutto) il problema delle deiezioni canine sparse per le vie, le aiuole e i marciapiedi della città nonostante la presenza degli appositi contenitori per la raccolta.

“Dalle parole ai fatti” commenta il presidente della commissione Sanità, Vincenzo Piro, “abbiamo predisposto controlli a tappeto per gli incivili e abbiamo già catturato qualche trasgressore. Parallelamente al progetto di adotta un’aiuola abbiamo deciso di valorizzare ancora di più la nostra città. Con questo spirito abbiamo raccolto tutte le segnalazioni dei cittadini che indicavano le zone maggiormente colpite e abbiamo provveduto installando le fototrappole mobili e fisse”.

L’invito reiterato ai padroni degli animali domestici, più che la volontà di oeprare con il pugno duro e sanzionatorio, è quello di contribuire a mantenere pulita la propria città. Nei prossimi giorni con apposita comunicazione, i cittadini verranno informati sulle norme che sono già in vigore sul territorio per il rsupetto dell’ambiente del decoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento