Mercoledì, 4 Agosto 2021
Gallipoli

Procede restauro dell’ex ospedale. Ingresso e nuovi servizi per la Asl

Terminata la seconda fase dei lavori per il complesso monumentale di lungomare Marconi che ospita la sede del Distretto sanitario gallipolino. Accesso dall'ingresso del vecchio ospedale e nuovi locali per Consultorio e percorso nascita

Il nuovo ingresso dell'edificio su lungomare Marconi.

GALLIPOLI - Più razionalizzazione e cura per servizi amministrativi e assistenziali del Distretto socio sanitario di Gallipoli. E il mosaico della Cittadella della salute si completa dopo l’ultimazione dei lavori di riqualificazione di buona parte del complesso monumentale dell’ex ospedale di lungomare Marconi che già dal febbraio del 2010 è diventato la nuova sede di riferimento della Asl gallipolina.

Da lunedì prossimo, 27 ottobre, i cittadini e utenti del servizio sanitario potranno avere accesso direttamente da quello che un tempo era l’ingresso monumentale del vecchio nosocomio prima dell’apertura del Sacro Cuore di Gesù della via per Alezio. E’ ormai terminata, infatti, la seconda fase gli interventi di restauro disposti dalla Regione sull’immobile e anche la dislocazione dei vari ambulatori, servizi e uffici amministrativi, con la direzione del dottor Roberto Vergaro,  ha preso corpo.

Nello specifico nei nuovi locali, al piano terra, troverà posto la Pua, la porta unica di accesso ai servizi socio sanitari territoriale, così come sono stati allocati gli sportelli del servizio convenzioni dedicati alle operazioni di scelta e revoca del medico, alla certificazione delle esenzioni ticket, al rilascio della tessera sanitaria. Al primo piano trovano sistemazione invece i nuovi locali del Consultorio familiare, con gli ambulatori di Ostetricia e ginecologia, il servizio psicologico e l'ampio locale destinato ai corsi di accompagnamento del Percorso nascita. “Un progetto innovativo, quest'ultimo” spiegano dalla direzione generale della Asl, “che ha l'obiettivo di accompagnare le donne in gravidanza, con corsi di preparazione, assistenza sanitaria e psicologica specialistica”.

Gli ampi corridoi continueranno a collegare la struttura di nuova apertura ai servizi amministrativi e sanitari del distretto della Asl, già operativi dal 2010, dopo il trasferimento dalla vecchia sede di via Perrone. L'intera struttura, priva anche di barriere architettoniche, è stata dotata di nuova ed aggiornata segnaletica interna per favorire gli spostamenti degli utenti e di due ascensori che collegano i due piani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Procede restauro dell’ex ospedale. Ingresso e nuovi servizi per la Asl

LeccePrima è in caricamento