Lunedì, 2 Agosto 2021
Gallipoli

Oltre due ore di black out. Notte di disagi al Sacro Cuore di Gesù

Un guasto improvviso delle linee elettriche e telefoniche ha causato apprensione e disagi nei reparti delle tre torri del nosocomio gallipolino. Nessuna situazione a rischio. In mattinata verifiche e sopralluoghi dei tecnici Enel

GALLIPOLI – Una lunga nottata di apprensione e di disagi quella trascorsa nelle sale e nei corridoi dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli. A causa di un improvviso black out delle linee e elettriche e telefoniche che ha interessato il presidio ospedaliero di via Alezio, forse in conseguenza di un sovraccarico o del maltempo di questi giorni, per il personale e i pazienti ricoverati è stata una notte alquanto movimentata.

Per oltre due ore il nosocomio è rimasto quasi completamente al buio e isolato, ma fortunatamente la situazione è rimasta sempre sotto controllo e senza conseguenze di eccessiva gravità. Il personale medico e paramedico ha fronteggiato le criticità, nonostante le evidenti difficoltà. Certo paura e allarme non sono mancati. Ma grazie all’azione di ripristino di alcuni gruppi elettrogeni, una volta superato l’empasse iniziale, si è riusciti a garantire l'energia suppletiva per buona parte delle tre torri di pertinenza dell'ospedale gallipolino. Il tutto al fine di garantire le emergenze.

Disagi e segnalazioni da parte dei pazienti non sono mancati, soprattutto quando a causa del buio e della mancanza di energia elettrica sono state messe in discussione l’autonomia e le attività di  reparti e sale operatorie. In alcune sezioni delle torri del nosocomio, per diverse ore, non è stato possibile utilizzare nemmeno le linee telefoniche ed è mancata anche l’acqua. La situazione è tornata lentamente alla normalità in queste ore dopo le verifiche mattutine del personale dell’Enel e i sopralluoghi disposti dalla direzione sanitaria per capire l’origine del guasto.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre due ore di black out. Notte di disagi al Sacro Cuore di Gesù

LeccePrima è in caricamento