Venerdì, 25 Giugno 2021
Gallipoli

Allerta massima su Gallipoli. Controlli a tappeto su strade e nel centro storico

Intensificati i servizi e i presidi della polizia per la stagione estiva. Numerosi posti di blocco e controlli amministrativi anche su b&b, locali e parcheggiatori abusivi

Uno degli agenti impegnati

GALLIPOLI - Una fitta rete di controlli e verifiche ad “alto impatto” di efficienza e anche una  visibile presenza sul territorio di uomini in divisa e mezzi per dare un segnale tangibile: l’estate gallipolina è sotto stretta sorveglianza da parte delle forze dell’ordine e nel caso specifico della polizia di stato. In quest’ultima settimana, dal 4 luglio scorso in poi, il commissariato di polizia della città bella, retto da vicequestore aggiunto Marta De Bellis, in sinergia con il personale del reparto prevenzione crimine di Lecce, agli ordini della dirigente Nara Adinolfi, e del reparto mobile di Taranto (aggregato dal dipartimento della pubblica sicurezza per le esigenze connesse alle problematiche estive di Gallipoli), ha pianificato dei servizi straordinari riconducibili all’operazione “Alto Impatto” in occasione dell’inizio della stagione estiva. Attività finalizzate all’intensificazione dei servizi di vigilanza e prevenzione, nonché volti alla repressione di reati e anche a specifici controlli amministrativi su attività commerciali, ricettive, bar, ristoranti e b&b, e anche per frenare reiterati fenomeni di abusivismo. 

Un’intensa attività che si è esplicitata anche nella mattinata di oggi con presidi all’interno dell’area portuale, con pattuglie delle volanti, polizia scientifica, e del reparto prevenzione crimine in giro ricognitivo per le strade della città e con posti di blocco capillari posti agli ingressi e soprattutto all’imbocco della litoranea sud e della zona del lido San Giovanni. Alcuni gruppi di poliziotti del reparto mobile di Taranto hanno svolto anche un servizio di prossimità a piedi nelle strade e nelle piazze del centro storico e tale attività rimarrà in auge per tutta la stagione calda dell’estate gallipolina. Al termine della prima settimana di luglio il bilancio parla chiaro: controlli aumentati e attività intensa alla quale hanno presenziato anche i dirigenti del commissariato gallipolino e della questura, avvalendosi del supporto tecnologico e informatizzato quali il sistema “Mercurio” (per il controllo immediato con videocamera montata sulle auto di servizio), che opera sulle targhe dei veicoli “sospetti” o comunque non in regola, o il sistema “ready to use”, pronto all’uso, che facilita la consultazione delle banche dati e di un vademecum informatizzato, consultabili tramite un semplice tablet, per migliorare e garantire i controlli di polizia amministrativa ed eventualmente elevare subito i relativi verbali di contestazione delle violazioni.  

L’attività complessiva al momento ha portato al controllo su strada di 335 veicoli e all’elevazione di 41 contravvenzioni (con una patente e due carte di circolazione ritirate, nove auto sospese dalla circolazione e tre sottoposte a sequestro amministrativo). Le verifiche sulle targhe dei veicoli, negli oltre 35 posti di blocco effettuati, tramite il sistema informatizzato “Mercurio” sono state 2.738, mentre le persone controllate sono state 617, di cui 56 già note alle banche dati della questura. Sono stati controllate, oltre a una ventina di persone sottoposte ad arresti domiciliari, anche diverse posizioni sulla regolarità o meno del permesso di soggiorno di cittadini immigrati ed effettuate segnalazioni al prefetto anche per uso e detenzione di sostanze stupefacenti. Gli interventi specifici per liti, soccorsi e informazioni previa chiamata la numero di emergenza del 113 sono stati 24, mentre sotto il profilo dei controlli sul territorio a livello amministrativo e per la lotta all’abusivismo sono stati fermanti quattro posteggiatori abusivi nelle zone del porto e nei pressi dello stadio comunale, mentre tra locali ed esercizi pubblici già tredici le verifiche effettuate, e tra queste avviati controlli specifici su autorizzazioni o su possibili attività svolte abusivamente su cinque b&b del centro cittadino, tra corso Roma e il borgo antico, e su un ristorante della città vecchia. “Il segnale è molto chiaro e puntuale” hanno dichiarato all’unisono le dirigenti De Bellis e Adinolfi, “per tutta l’estate vogliamo fornire sicurezza e senso della legalità sul territorio di Gallipoli ed essere un punto di riferimento costante per turisti e cittadini”. In tale direzione è stato annunciato che i servizi di pattugliamento continueranno ad essere svolti su tutto il territorio di Gallipoli, da personale del commissariato di Gallipoli e da quello aggregato, con circa 40 unità,  oltre agli equipaggi della polizia stradale di Lecce, che si occuperanno principalmente (unitamente a personale di questa squadra volante e al personale sanitario della questura di Lecce) del contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica o di alterazione dopo aver assunto sostanze stupefacenti, per prevenire gli incidenti stradali

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allerta massima su Gallipoli. Controlli a tappeto su strade e nel centro storico

LeccePrima è in caricamento