Mercoledì, 16 Giugno 2021
Gallipoli

Parco Gondar, per il giudici amministrativi sono in regola le opere esistenti

Tar di Lecce ha accolto le ragioni dei titolari in merito alle contestazioni avanzate dal Comune, con diniego della concessione demaniale dell'area dove da decenni sorgono pizzeria e strutture commerciali. "Da domani speriamo di riprendere a parlare di cultura, musica e lavoro"

LECCE – Il Tar di Lecce ha accolto le ragioni dei titolari del Parco Gondar di Gallipoli in merito alle contestazioni avanzate dal Comune, con diniego della concessione demaniale dell'area dove da decenni sorgono pizzeria e strutture commerciali.

Condividendo le ragioni dei difensori del Parco, gli avvocati Pietro e Antonio Quinto, i giudici amministrativi hanno rilevato il fatto che, sebbene in passato, a partire dal 1973, il Comune abbia accordato i permessi per la realizzazione delle opere edilizie, hanno in seguito negato il rilascio della concessione. Accertata, quindi, la regolarità urbanistica delle opere esistenti.

La sentenza sul fronte amministrativo segue di pochi giorni quella del 3 luglio in cui il Tribunale del Riesame di Lecce, accogliendo le tesi dell'avvocato Sabrina Conte, supportate dalla sentenza della Corte di Cassazione del 10 giugno 2015, ha disposto il dissequestro del muro di contenimento acustico, fatto erigere dai gestori proprio per contenere le emissioni. L’infrastruttura, pur avendo ottenuto il parere favorevole degli enti proposti, era stato poi contestato, con ordine di rimozione.

Proprio la presunta occupazione dell'area demaniale in assenza di titolo, e la presunta realizzazione del muro fonoassorbente su area agricola, erano due dei motivi che avevano spinto la magistratura ad apporre i sigilli al Parco Gondar.

I titolari, Ferruccio Errico e Christian Scorrano, si dichiarano soddisfatti e ricordano inoltre che il 6 aprile scorso sono stati prosciolti dalla contestazione di disturbo alla quiete pubblica. “Con quello di oggi sono cinque provvedimenti favorevoli relativi a cinque diverse contestazioni in cinque mesi, giorni difficili in cui le nostre energie sono state spese esclusivamente per difenderci da tutte le accuse”.

“Speriamo ora di poter lavorare con serietà - dichiara Ferruccio Errico - e di poter da domani riprendere a parlare di cultura, musica e lavoro. Proprio domani, infatti, alle ore 12 potremo fare un importante annuncio relativo alla nuova stagione 2015”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Gondar, per il giudici amministrativi sono in regola le opere esistenti

LeccePrima è in caricamento