rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Dopo il 2025 in tutta la Regione / Gallipoli

Parte dalla Città Bella il progetto d’accoglienza turistica con l’acqua in brocca

Entra nella fase esecutiva il programma di valorizzazione dell’acqua pubblica. Le strutture ricettive la possono offrire ai clienti come prima opzione al posto di quella servita nelle tradizionali bottiglie. Si parte da Gallipoli, Polignano a Mare e Vieste

GALLIPOLI – Accogliere i turisti e gli avventori dei locali e dei ristoranti con l’acqua in brocca. Prende il via da Gallipoli, passando anche in questa prima fase di lancio anche dalle altre realtà turistiche di Polignano a Mare e Vieste, il progetto di Aqp di valorizzazione dell’acqua di rubinetto e delle fontane nelle attività di ristorazione.

Qui le strutture ricettive offriranno ai propri clienti la possibilità di scegliere l'acqua pubblica come prima opzione, al posto di quella servita nelle tradizionali bottiglie, con l'obiettivo di ridurre i consumi di plastica e vetro.

Un progetto pilota di valorizzazione dell’acqua pubblica e di sensibilità ambientale, realizzato da Acquedotto pugliese e promosso dalla Regione Puglia, tramite Pugliapromozione, che dal 2025 sarà poi diffuso su tutto il territorio regionale. Icona dell’iniziativa è una tipica brocca pugliese, caratterizzata da un logo ispirato alle opere liberty di Duilio Cambellotti: che sarà il segno che in quella attività di ospitalità o ristorazione si serve fresca e buona acqua di rubinetto. A renderle facilmente individuabili l’esposizione di apposite vetrofanie e della brocca, oltre alla mappatura sull’applicazione gratuita FontaninApp.

“La nostra acqua oltre ad essere sicura e sostenibile è anche facilmente individuabile grazie alla nuova versione di FontaninApp, l’applicazione gratuita di Acquedotto pugliese che oggi” spiega la direttrice generale di Aqp, Francesca Portincasa, “localizza oltre 2.300 fontanine e che consentirà di visualizzare le attività, gli esercizi e le strutture che aderiranno all’iniziativa ‘Acqua in Brocca’, affinché si possa consumare acqua di rubinetto, fresca e sana, non solo quando si è a casa, ma anche quando si è in giro per le città, i paesi ed i borghi della Puglia. A renderle facilmente individuabili anche l’esposizione di vetrofania e della brocca simbolo del progetto”.

DSC07357

Nell’incontro pubblico di presentazione, moderato dal conduttore televisivo Peppone Calabrese, sono state illustrate le modalità di adesione. L’iniziativa coinvolge, in questa fase, esclusivamente le attività, gli esercizi e le strutture nelle tre città di Gallipoli, Polignano a Mare e Vieste. Gli operatori del settore all’interno dei tre Comuni coinvolti possono aderire all’iniziativa e richiedere di ricevere la brocca da esporre nel proprio locale, compilando il modulo di adesione da sottoscrivere e poi inviare all’indirizzo email: acquainbrocca@aqp.it

A dar simbolicamente il benvenuto è stato il sindaco di Gallipoli e presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva: “Quando si versa l'acqua in una brocca per un ospite, si compie un atto che va oltre il semplice dissetare. Offrire ristoro con acqua fresca di rubinetto è un gesto che caratterizza ulteriormente la nostra ospitalità, qualificandola con la sostenibilità ambientale. È un segno di disponibilità e apertura, che contribuisce ad avere un approccio più responsabile. Porta la comunità tutta, fatta anche di turisti, a ridurre il consumo di plastica e vetro, abbattendo anche i costi ambientali di produzione e trasporto. Consente un risparmio economico a ristoranti, strutture ricettive e all’intera filiera dell’accoglienza gallipolina”.

Leggi qui

Acqua fresca che sgorghi dalla fontana o dal rubinetto, l'importante è che l'acqua sia corrente e non confezionata. Una pratica virtuosa che nell’obiettivo del progetto non può prescindere dall’offerta dei servizi al turismo. Il progetto, promosso da Aqp e Regione Puglia attraverso PugliaPromozione, punta a coinvolgere sempre più strutture ricettive, invitate a offrire l'acqua in brocca come prima opzione. Il primo evidente risparmio è di tipo economico. E poi c'è la questione dei controlli costanti.

“Nell’accoglienza l’acqua sarà quell’elemento identitario sempre più ricercato” ha puntualizzato la responsabile Innovazione di Pugliapromozione, Bianca Bronzino, “e su queste basi, dopo gli incontri a Gallipoli, Pogliano a Mare e Vieste, svilupperemo a livello regionale questa innovazione nell'offerta”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

La brocca di acquedotto Pugliese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte dalla Città Bella il progetto d’accoglienza turistica con l’acqua in brocca

LeccePrima è in caricamento