Sabato, 24 Luglio 2021
Gallipoli

Gallipoli, boom di patenti ritirate: oltre cento nell'estate trascorsa. Decine gli arresti

I carabinieri della compagnia hanno diramato i dati conclusivi dell'operazione "Estate sicura", frutto di otto servizi coordinati a largo raggio. Sono stati circa 2mila i veicoli controllati e e 5mila persone. Tolti oltre mille e 500 punti alle patenti dei trasgressori. Alcool e droga nel mirino

GALLIPOLI – Estate in archivio, è tempo di bilanci. Con la speranza che non siano meri numeri da spulciare freddamente e consegnare alle statistiche, ma da leggere e rileggere per una profonda riflessione. E per partorire idee in funzione preventiva e non solo tentare di drenare i problemi in corsa.

Questo vale soprattutto per Gallipoli, il cui caso è balzato alle cronache quando, nel pieno di un fenomeno ormai fuori controllo (cittadina di 25mila abitanti che nei tre mesi di caldo deforma la sua fisionomia, fino ad essere affollata da 250mila persone), s’è deciso di affrontare l’argomento del caos notturno in Prefettura. Arrivando anche alla drastica soluzione di bloccare la vendita di alcolici negli happy-hour, salvo poi revocare, almeno in parte, l’embargo. Soluzioni tampone, valutate solo a stagione calante.  

E intanto, i carabinieri della compagnia comandata dal capitano Michele Maselli hanno raccolto e diffuso oggi tutte le cifre dell’operazione “Estate sicura 2013”. Il frutto di otto servizi coordinati a largo raggio, spalmati da giugno ad agosto non solo nella Città Bella, ma in tutto il territorio di competenza, che vede quindi una vasta porzione del litorale jonico e che comprende, come zone turistiche, anche le marine di Nardò.

Largo l’uso di etilometri, cani antidroga ed elicotteri. Perché sono stati soprattutto i controlli alla circolazione stradale quelli che hanno condotto ai risultati di maggior di rilievo, dato che in ballo c’è stato quasi sempre l’abuso di alcool e stupefacenti. Basti pensare a quei week-end in cui il 118 è stato presto d’assedio con telefonate per richieste d’emergenza dovute a casi di stati d’ebbrezza. Chiamate provenienti soprattutto dal litorale ionico, da Gallipoli fino a Porto Cesareo. Tant’è che i militari, nel corso dei loro appostamenti, hanno controllato circa 2mila veicoli e 5mila persone, ritirando 107 patenti di guida, elevando svariate contravvenzioni al codice della strada. E sottraendo oltre mille e 500 punti alle patenti.

Dieci gli arresti per spaccio di sostanze stupefacenti, quindici le denunce per lo stesso reato, più di sessanta le segnalazioni per uso personale di droga. E non sono certo mancate altre attività, come quelle per contrastare i reati contro il patrimonio: cinque gli arresti e otto le denunce, tutti per reati come furti o appropriazione indebita.

Nel corso delle attività i militari hanno anche eseguito perquisizioni e controlli in esercizi pubblici e luoghi di ritrovo, campeggi e strutture di ricezione turistica, discoteche e lidi balneari. Alle attività hanno partecipato pattuglie dell’aliquota radiomobile, militari della tenenza di Copertino e di tutte le stazioni dipendenti, personale in borghese, unità cinofile provenienti da Modugno, ed elicotteri del 6° elinucleo carabinieri di Bari. Numeri importanti, che da soli forniscono uno spaccato della realtà e sono persino destinati ad aumentare se accorpati ancora non noti di altri corpi, quali municipale gallipolina, guardia di finanza, commissariato di polizia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallipoli, boom di patenti ritirate: oltre cento nell'estate trascorsa. Decine gli arresti

LeccePrima è in caricamento