Sabato, 19 Giugno 2021
Gallipoli

“Patto per la Sicurezza” e alloggi popolari. Le nuove sfide di Aprea in Comune

Il commissario prefettizio ha incontrato le delegazioni di Confindustria, degli operatori turistici e balneari per anticipare la sottoscrizione del nuovo patto per la sicurezza per la città. Sinergia tra enti pubblici e privati per aumentare servizi, controlli e fondi. Focus sull’emergenza casa

Scorcio di Gallipoli.

GALLIPOLI – Passi istituzionali importanti per garantire maggiore ordine e sicurezza nel settore turistico e commerciale della città di Gallipoli, con servizi e risorse da impegnare in tale direzione, e iniziative mirate a frenare il fenomeno delle occupazioni abusive degli alloggi popolari e a velocizzare la realizzazione di nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica. In tali direzioni si sono svolte le ultime riunioni svolte a palazzo di città dal commissario prefettizio Guido Aprea. Nei giorni scorsi il viceprefetto vicario ha ricevuto la delegazione della sezione turismo di Confindustria, quella degli operatori turistici e quella degli operatori balneari del territorio gallipolino.

Alla base dell’incontro anche e soprattutto la volontà di esporre l’intenzione del prefetto Claudio Palomba di stipulare un “Patto integrato per la sicurezza” dedicato proprio per la città di Gallipoli, raccordato insieme alla Regione e al ministero dell’Interno e che sarà preceduto da una pre-intesa che verrà firmata nelle prossime settimane (in una manifestazione appositamente organizzata per tale circostanza), e che vedrà coinvolti, oltre alle istituzioni già citate, anche le categorie private rappresentate da imprenditori, commercianti ed operatori turistici, chiamati a dare il proprio apporto, concreto e fattivo, nell’attuazione del patto. “La mia idea è che determinati risultati si possano raggiungere in maniera più agevole se vi è alla base una sinergia, soprattutto tra pubblico e privato” evidenzia il commissario Aprea, “e in quest’ottica si spiegano gli incontri che ho avuto questa settimana con le categorie di settore e che mirano ad un obiettivo che reputo di primaria importanza per questa città, quale è il Patto per la Sicurezza, che consentirà alla comunità gallipolina di avere maggiori risorse ed opportunità da impiegare proprio su questo delicato versante”. Nei prossimi giorni saranno esplicitati i termini del patto integrato che consentirà di disporre di nuove norme, del potenziamento del coordinamento per la sicurezza urbana, e di fondi da impiegare per implementare servizi, organici e controlli sul territorio e attuare non solo pratiche repressive ma di prevenzioni di reati, abusi e potenziali infiltrazioni nel tessuto economico e turistico.

Altro tema sul quale il commissario Aprea aveva già anticipato la necessità di avviare interventi e azioni mirate è quello legato all’edilizia pubblica residenziale e in particolare alle soluzioni per fronteggiare il nodo delle occupazioni abusive e di garantire la realizzazione di nuovi alloggi per risolvere l’emergenza abitativa. E questa mattina si è svolto in Comune un focus incentrato proprio sull'edilizia residenziale pubblica promosso dal viceprefetto vicario Aprea, alla presenza della dirigente dell'Arca Sud Salento, Sandra Zappatore, nonchè del sub commissario, Vincenzo Calignano e dei tecnici comunali. L'incontro è servito per fare il punto della situazione sull'edilizia residenziale pubblica del comune ionico, sia per quanto concerna la situazione pregressa sia per quanto riguarda la pianificazione per ulteriori interventi tesi ad implementare o comunque a riqualificare il contesto attualmente esistente.

Una riunione propedeutica per capire dunque le iniziative da intraprendere e le misure da adottare, nella consapevolezza che a tale incontro dovranno necessariamente far seguito altre riunioni operative, data la complessità della materia in questione, soprattutto per quanto riguarda la questione degli abusivismi. In tale direzione il Comune di Gallipoli ha anche in piedi il progetto per la realizzazione di 32 nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata a canone sostenibile nell’area dell’ex complesso dei Cappuccini.

Guido Aprea-3L’intervento rientra nel programma dei Pruacs (Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile) finanziato dalla Regione Puglia già dal febbraio del 2010. Il Comune di Gallipoli già dal mese scorso ha provveduto a formalizzare la concessione dell’area all’imbocco di Corso Italia, all’Arca Sud Salento per sessant’anni e determinando in 50 mila euro l’onere complessivo per la cessione del diritto di superficie delle aree necessarie che ricadano nell’ambito del complesso che ospitava la ex casa di riposo per anziani.

L’area assegnata era di fatto già nella disponibilità giuridica dell’amministrazione comunale gallipolina che ha ancora da risolvere la situazione dello sgombero di alcuni locali occupati abusivamente da un famiglia in stato di precarietà. "Come ho già avuto modo di dichiarare nelle passate settimane” dice il commissario Aprea, “si tratta di una vicenda che non si può pensare di risolvere esclusivamente con gli sgomberi e dunque con azioni repressive. Il problema va affrontato di petto e senza ulteriori dilazioni ed è quello che abbiamo iniziato a fare con l'odierno focus” conclude Aprea, “avviando un percorso in sinergia con le altre istituzioni per poter trovare soluzioni condivise attraverso cui attenuare quella che è di fatto una problematica quanto mai impellente e purtroppo diffusa nel contesto cittadino".

Nel contempo il viceprefetto vicario prosegue nel suo impegno anche sul versante demaniale, visto che sta accelerando e massimizzando i tempi per l’adozione del Piano delle Coste, anche attraverso riunioni tematiche e con le prescrizioni annunciate per evitare nuove concessioni sulla scogliera del lungomare Galilei, al fine di dotare la città bella dell’importante strumento programmatico. Il prefetto Claudio Palomba ha intanto completato l’organico commissariale alla guida temporanea dell’ente ionico con la nomina del nuovo sub commissario prefettizio, con funzioni di vicario, Claudio Sergi.       

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Patto per la Sicurezza” e alloggi popolari. Le nuove sfide di Aprea in Comune

LeccePrima è in caricamento