Gallipoli

Piano dei porti e polemiche. Errico: “Tracceremo la rotta giusta”

Dopo gli “avvertimenti” politici di Barba sulle scelte per la portualità arriva la precisazione del sindaco. “Non ci sono progetti già disegnati”. Poi la stoccata: “Io sindaco anche dopo Natale, lui onorevole anche dopo Pasqua”

 

GALLIPOLI – C’è gran fermento sul nodo strategico dello sviluppo portuale gallipolino. Come tradizione vuole. E sulla tematica si rincorrono le prese di posizione e le indicazioni degli esponenti politici cittadini. Che convergono su molti punti e sulla necessità vitale di ridisegnare le regole entro le quali far navigare le progettualità future del porto mercantile, peschereccio e degli approdi turistici, per poi virare su polemiche, ammonimenti e distinguo che non portano beneficio alcuno. Come ormai da decenni avviene sul fronte del porto. E senza che si sia giunti ancora nella fase preliminare a far dettare le “regole del gioco” al Comune e stuzzicare l’interesse dell’investimento pubblico  provato che sia, a beneficio dell’economia cittadina. Ora dopo il richiamo all’ordine e alla condivisione lanciato dal deputato del Pdl, Vincenzo Barba, torna ad esprimere la posizione dell’amministrazione comunale sul Piano dei porti e sugli orientamenti per il sistema portuale della città, il sindaco Francesco Errico. Infastidito, e non poco, dagli “avvertimenti” politici lanciati dalla sponda del Pdl, e soprattutto dalle previsioni di Barba che ha indicato la “rotta” giusta da seguire, per evitare di “inciampare” nel cammino amministrativo, come accaduto anche nel recente passato, proprio sulle scelte della portualità.           

“Francamente pensavo che la posizione sulla questione portualità da parte di questa maggioranza fosse talmente chiara da evitare successive, infondate polemiche” dice il sindaco Errico, “ma evidentemente sbagliavo e per questo intervengo per essere ancora più esaustivo su una tematica di primaria importanza per la città. Non credo di aver detto che la maggioranza è affezionata ad un’idea o ad una strategia portuale già preconfezionata, che abbia già previsto la dislocazione del porto turistico piuttosto che di quello peschereccio. Anche perché precedenti allocazioni del porto turistico erano in stretta connessione con determinati finanziamenti, che ora non vi sono più e quindi l’analisi di studio parte senza vincoli con situazioni pregresse”. Il primo cittadino esplicita le motivazioni del suo precedente intervento dove precisa di aver semplicemente sottolineato che per Gallipoli è prioritario avere un piano portuale, che possa garantire la presenza delle sue diverse anime, ormai non più differibili per la città.

“Mi fa piacere che anche l’onorevole Barba abbia convenuto su questo principio e sulla necessità di dare impulso alla portualità turistica” aggiunge Errico, “ma proprio per questo non capisco perché dare ammonimenti all’Amministrazione comunale, quando entrambi abbiamo espresso il medesimo pensiero”.  Il sindaco torna quindi a ribadire concetti già espressi nel precedente intervento, per sgomberare il campo da fraintendimenti e stravolgimenti del suo pensiero e della sua azione amministrativa. “Come costume di quest’amministrazione e di questa maggioranza il primo passo su scelte e progetti di largo e prioritario respiro” spiega il primo cittadino, “passa attraverso il necessario e doveroso confronto con la città e quindi con i cittadini, le associazioni e le forze politiche, consiliari e non. D’altronde sin dal nostro insediamento è stata questa la linea guida, che ovviamente seguiremo anche per un argomento così importante come la portualità”. Il primo cittadino risponde infine a Barba, che in un ironico passaggio del suo intervento, aveva augurato al sindaco di restare in carica, indossando la fascia tricolore, sino a Natale. “Ringrazio l’onorevole per il gentile augurio e per l’affettuoso auspicio” conclude Errico, “ed ovviamente ricambio il gradito pensiero augurandogli di mantenere la sua carica di onorevole anche oltre le prossime festività pasquali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano dei porti e polemiche. Errico: “Tracceremo la rotta giusta”

LeccePrima è in caricamento