rotate-mobile
L’iniziativa nel porto di Gallipoli / Gallipoli

I piccoli pazienti di Oncoematologia al timone della nave scuola Palinuro

Su iniziativa del Lions Club i bambini e i genitori dell’associazione "Per un sorriso in più" sono stati accolti sulla goletta della Marina Militare apprezzando l’estetica, i luoghi di manovra e le attrezzature di bordo

GALLIPOLI - I piccoli pazienti in cura presso il reparto e gli ambulatori di onco-ematologia pediatrica dell'ospedale “Vito Fazzi” di Lecce al timone della prestigiosa Nave Palinuro ormeggiata nel porto di Gallipoli.

Grazie al sostegno del Lions Club di Gallipoli, con la presenza della presidente Adele De Marini, del Past Governatore pugliese, Gian Maria De Marini, e del presidente del comitato marketing& comunicazione, Clemente Manco, con l'associazione genitori Onco-Ematologia Pediatrica "Per un sorriso in più" onlus di Lecce, con il dottor Alessandro Cocciolo, i bambini hanno potuto visitare la nave scuola della Militare Militare che oggi si appresta a levare gli ormeggi.  

20220723_092044-2

I bambini e genitori presenti sono stati accolti dal comandante Francesco Rima, dal vice comandante della capitaneria di porto, Biagio Sciarra, dagli ufficiali e sotto ufficiali e dal personale tutto della nave scuola, per un momento di apprendimento e di visita, che contribuisce in maniera straordinaria a proiettare e veicolare l’immagine della Marina Militare nel mondo.

Grande interesse e grandi sorrisi sui volti dei partecipanti, attenti alla descrizione dei luoghi e delle strumentazioni di bordo: ne hanno ammirato le dotazioni, l’estetica ed hanno assorbito  il messaggio di positività, di accoglienza e disponibilità loro riservato.

Il Lions Club ha accolto con favore l’invito rivolto dalla preside dell’Istituto di istruzione secondaria “Vespucci”, Paola Apollonio, per organizzare una visita dedicata alla goletta giunta a Gallipoli per onorare l’anniversario speciale della scuola.

20220723_090912-2

 “Vedere gli occhi pieni di meraviglia, i sorrisi di questi piccoli ospiti, con i loro genitori ed accompagnatori, è stato un regalo fatto soprattutto a noi soci del club Lions” commenta la presidente, Adele De Marini, “un sorriso ricevuto è per noi un segno di aver realizzato quel legame e quel momento di benessere che rappresentano alcuni degli obiettivi della nostra associazione”.

“Il pensiero di poter coinvolgere in questa visita i piccoli guerrieri dell’oncoematologia pediatrica di Lecce è stata una scelta naturale, dettata anche dall’impegno quotidiano profuso da una delle nostre socie, la dottoressa Titti Tornesello, che dedica le sue forze, il suo impegno e passione verso chi rappresenta il nostro futuro e sta attraversando un momento particolarmente difficile della sua esistenza” ha spiegato ancora la presidente De Marini, “per questa ragione il Lions Club Gallipoli è particolarmente grato a chi ci ha permesso di trascorrere una mattinata di spensieratezza e condivisione”.

Una delle ragazze dell’associazione nel corso della visita guidata ha esternato il sogno di entrare a far parte della grande famiglia della Marina Militare. “E il suo sogno diventa anche il nostro” concludono i soci del Lions Club, “perché rappresenterebbe una sua vittoria contro un odierno nemico. L’entusiasmo dei bambini è una medicina che andrebbe somministrata a tutta l’umanità. Il Lions Club Gallipoli ha molti progetti futuri, che vedranno il coinvolgimento di altre realtà territoriali nella convinzione che fare rete e squadra rappresenti un forza in più per fare del bene e realizzare progetti sempre più importanti per le comunità coinvolte”.

20220723_094113-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I piccoli pazienti di Oncoematologia al timone della nave scuola Palinuro

LeccePrima è in caricamento