Notizie da Gallipoli

Piovono pezzi di cornicione, chiusa al traffico la via delle poste centrali

Situazione non nuova in Quartini, a Gallipoli, con il distacco di intonaco e lastre di cornicione da un palazzo. Nessun danno

GALLIPOLI – Piovono ancora una volta calcinacci e pezzi di cornicione dal prospetto del palazzo che si affaccia su via Quartini e devono intervenire i vigili del fuoco e la polizia locale per mettere in sicurezza la zona e transennare gli accessi alla strada per garantire l’incolumità pubblica. E’accaduto ancora una volta nella traversa che ospita, alle falde dello stesso immobile, anche la sede centrale delle Poste e che dal corso Roma sfocia sul lato nord del lungomare Galilei in zona Giudecca, non lontano anche dalla ex sede del tribunale.

Questa mattina un nuovo distacco di calcinacci e intonaco dai balconi degli appartamenti al terzo piano del complesso immobiliare, una situazione non nuova in quella zona, nonostante le operazioni di manutenzione straordinaria alle quali è pur stato sottoposto il palazzo in questione. Fortunatamente la “pioggia” di pietre e detriti non ha causato alcun danno a persone o ai mezzi che spesso vengono posteggiati nella strada sottostante e come è avvenuto anche in episodi precedenti. E’ stato il personale dell’ufficio postale ad allertare i vigili ed a segnalare il pericoloso distacco dei calcinacci.

20171213_154430_5-2Sul posto sono giunte due squadre dei vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli e del comando provinciale di Lecce che con l’ausilio di un’autoscala hanno provveduto a rimuovere gli strati pericolanti e smuovere i pezzi di cornicione potenzialmente pericolosi. La polizia locale ha provveduto invece a far deviare il traffico e transennare i due lati di acceso a via Quartini compresi tra il corso Roma e il tratto terminale di via Pagliano.

I vigili del fuoco hanno disposto al Comune la chiusura del tratto di strada di via Quartini compreso tra il corso Roma e via Pagliano sino alla messa in sicurezza e verifica da parte dell’ufficio tecnico presso l'immobile che insiste al civico 2 della stessa via.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La zona è attualmente ancora transennata e con una ordinanza del comandante della polizia locale, Raffaele Campanella, è stata disposta l’interdizione temporanea della mobilità urbana a tutela della pubblica incolumità. Anche l’ufficio postale centrale, terminate le operazioni di messa in sicurezza, ha ripreso la normale attività disponendo l’accesso degli utenti da un ingresso adiacente a quello principale. Un analogo provvedimento alcuni giorni addietro ha interessato anche il lungomare Marconi  a causa del distacco di calcinacci dalla parte terminale dell’immobile dell’ex ospedale vecchio. Anche in quel caso è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco e la chiusura al traffico della strada e del passaggio pedonale.                

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento