Venerdì, 30 Luglio 2021
Gallipoli

“Più attenzione ai problemi dei quartieri”. E arrivano le Consulte civiche

Faccia a faccia tra sindaco e amministratori con le associazioni dei residenti. Dopo Baia Verde e Peep 3, confronto con Conca d'Oro e il sodalizio di Rivabella. Si cercano soluzioni condivise alle problematiche dopo l'estate caos

 

GALLIPOLI - Una nuova fase di ascolto e collaborazione con i quartieri. E presto anche la costituzione delle Consulte civiche per dare più voce e forza propositiva ai cittadini. E’ l’ultimo annuncio che spira da palazzo Balsamo per far fronte alle problematiche lamentati in lungo e in largo nell’estate caos, ma non solo. Il sindaco Francesco Errico vuole portare avanti il suo progetto di coinvolgimento delle categorie e delle associazioni nell’ambito delle decisioni strategiche e funzionali per la città. Almeno queste le volontà e i propositi reiterati. Le basi di partenze e le intenzioni sono buone. E per questo prosegue il confronto costante con le associazioni di quartiere al fine di trovare soluzioni condivise alle varie problematiche emerse durante le riunioni e gli incontri in parte già avvenuti.

Problematiche di rifiuti, del verde pubblico, del traffico e dei parcheggi o della musica assordante dei locali all’aperto. Solo alcune questioni aperte e dibattute nel confronto tra amministratori e i referenti dei quartieri. Dopo aver ascoltato le ragioni e le doglianze in seno alla marina della Baia verde, in questi giorni l'assessore alle Periferie, Felice Stasi, assieme ai consiglieri di maggioranza Attila Piccolo, Giancarlo Padovano e Paolo Barba ha incontrato una delegazione del popoloso quartiere del Peep 3. Mentre un nuovo faccia a faccia c’è stato anche con i residenti del quartiere Lido San Giovanni e dell’associazione “Conca D’Oro”. E tra qualche giorno sarà anche la volta dell'associazione della marina e frazione di Rivabella. “Questi incontri” dice in merito il sindaco, Francesco Errico, “rappresentano la volontà della maggioranza di basare sul confronto e sul dialogo con categorie ed associazioni i percorsi che portano alle scelte ed alle decisioni nell'agenda amministrativa. Credo che quanto fatto sinora, in questi pochi mesi di vita amministrativa, confermi tale indirizzo, che intendiamo perseguire in quanto riteniamo che la partecipazione dei cittadini e delle associazioni sia elemento importante nella scelta delle strategie di governo, per ogni comunità".

 Un confronto diretto e proficuo secondo il primo cittadino visto che in tal modo l’amministrazione comunale ha avuto modo “di comprendere meglio le loro istanze e le loro esigenze ma nei quali abbiamo avuto la possibilità di spiegare le nostre idee ed i nostri progetti, che vanno nella direzione di una maggiore vivibilità e di una risposta che sia la più completa e condivisa alle varie problematiche emerse”. Un discorso, questo, che avrà come sua naturale continuazione quella delle Consulte civiche, che il sindaco ritiene “un momento alto e costruttivo di democrazia partecipata” e che l’amministrazione, con tale annuncio, pare intenda rendere operative ed efficaci in tempi ragionevoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Più attenzione ai problemi dei quartieri”. E arrivano le Consulte civiche

LeccePrima è in caricamento