Gallipoli

Plance e nuove regole. Ormai pronto il Piano della pubblicità

Presto in Consiglio le norme per disciplinare il settore promozionale e garantire entrate certe al Comune. Un bando pubblico per la fornitura degli impianti. La bozza mercoledì in commissione. Novità anche per la Cosap e i taxi

Il consigliere delegato al Piano pubblicità Salvatore Guglielmetti.

GALLIPOLI - Un piano studiato nei minimi dettagli per gestire la pubblicità sul suolo comunale. E per garantire entrate certe e redditizie per le casse di palazzo Balsamo. E’ ormai conto alla rovescia. E presto per la città di Gallipoli arriverà il primo vero Piano della pubblicità sul quale l'amministrazione comunale è già a lavoro da alcuni mesi. La bozza contenente le nuove nome e le indicazioni generali per disciplinare il settore già nella prossima settimana sarà all’attenzione delle relative commissioni Bilancio, urbanistica e commercio per poi arrivare in Consiglio comunale.

E a quanto annuncia l'assessore comunale ai lavori pubblici e all'arredo urbano, Felice Stasi, entro poco tempo si potrà mettere a regime il Piano generale degli impianti pubblicitari (Pgip), al fine di regolamentare e disciplinare l'intero settore, in tutte le sue diversificate esplicazioni. E i tempi sarebbero già maturi dunque secondo l'assessore Stasi, che rammenta come tale programmazione, sulla quale il sindaco Francesco Errico ha puntato dall'inizio del suo mandato, è il risultato di un lungo lavoro posto in essere dallo stesso assessorato, in collaborazione con gli uffici comunali e in particolare con il consigliere Salvatore Guglielmetti (Gruppo misto), che si sta occupando della progettualità per conto della maggioranza consiliare.

In arrivo quindi nuove plance, nuovi cartelli di indicazione, strutture adeguate e ad hoc per integrarsi con il contesto urbano del centro storico. E ancora la sostituzione delle bacheche ormai impresentabili di Corso Roma e di altri punti strategici della città, così come l'incremento e la razionalizzazione di cartelloni, totem, insegne luminose, paline e frecce (pre-insegne) di indicazione turistica. Il Piano della pubblicità mira, come detto, proprio ad occuparsi di tutti quanti gli aspetti connessi con il sistema promozionale, dagli impianti sul suolo pubblico, alla pubblicità luminosa, dalle cosiddette preinsegne, alle insegne stesse, passando per la pubblicità itinerante sui veicoli, definita in gergo tecnico "pubblicità temporanea".

Il tutto per ammodernare e per rendere sempre più appetibile, dal punto di vista dell'investimento pubblicitario, la città bella. Caccia alle risorse alternative per rimpinguare le casse comunali dunque, per combattere le forme di abusivismo, ma anche nuove plance e nuovi cartelloni per armonizzare il decoro urbano a dir poco obsoleto. Dopo l’approvazione del Piano da parte dell’assise comunale si procederà a bandire una gara pubblica per garantire la fornitura dei nuovi impianti pubblicitari. E novità in itinere riguardano anche le modifiche al regolamento per l’applicazione delle tariffe Cosap e del regolamento per il servizio Taxi e noleggio con conducente che saranno all’attenzione delle commissioni congiunte di martedì e mercoledì prossimi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Plance e nuove regole. Ormai pronto il Piano della pubblicità

LeccePrima è in caricamento