Gallipoli

Plance e regole per la pubblicità. Dal Consiglio via libera al Piano

Licenziato dall'assise comunale il nuovo regolamento per l'impiantistica pubblicitaria e le pubbliche affissioni. Cambiano norme, plance e arredi e spariranno i 6x3 troppo invasivi. L'assessore Stasi: "Più ordine ed entrate certe"

GALLIPOLI - Più decoro e maggior appeal per gli inserzionisti. Ma anche regole certe entro le quali disciplinare un settore quale quello della pubblicità e della promozione sul territorio comunale lasciato per troppo tempo alla gestione selvaggia. Tra gli atti approvati nella seduta dell’ultimo Consiglio comunale c’è anche il nuovo Piano generale dell’impiantistica pubblicitaria e delle pubbliche affissioni. Nuove plance, nuovi arredi e nuove iniziative saranno presto impiantante su tutto il territorio comunale seguendo le indicazione fornite dal nuovo regolamento licenziato dall’assise civica. E il servizio, secondo quanto stabilito con la seconda delibera a corredo, sarà ora esternalizzato. Il  nuovo Piano per la pubblicità è stato approvato anche con il benestare di una parte dell’opposizione. Perplessità e dubbi soprattutto sull’affidamento esterno sono stati evidenziati a più riprese dal consigliere del Pdl, Rosario Solidoro.    

Alla fine comunque l’assise ha recepito il lavoro portato avanti nel corso di questi mesi, per conto dell’amministrazione comunale, dal consigliere della maggioranza Salvatore Guglielmetti e dall’assessore Felice Stasi, metabolizzando anche i suggerimenti avanzati nelle commissioni competenti. “Le finalità che sono state raggiunte con l’adozione di questo Piano della pubblicità” dice l’assessore Stasi, “sono molteplici e tutte di primaria importanza. Il primo risultato raggiunto è quello di aver disciplinato in modo compiuto una materia che sinora non aveva una regolamentazione così specifica e settoriale come quella approvata dall’assise civica”. L’assessore comunale entra quindi nel dettaglio dei risultati che l’approvazione del Piano ha permesso di ottenere.

“Penso ai notevoli benefici che si avranno con questo piano” aggiunge Stasi, “come all’armonizzazione tra affissione pubblica e privata, con conseguente omogeneità dell’impiantistica o alla possibilità di introdurre uno strumento di semplificazione estrema quale la Scia per istallare e diffondere i mezzi pubblicitari che non abbiano un forte impatto ambientale”. Il nuovo regolamento consentirà inoltre di incrementare le tipologie di impiantistica pubblicitaria, introducendo ad esempio le pre-insegne, quale strumento essenziale per veicolare e facilitare il reperimento della sede dove si esercita  un’attività collocata in zone poco visibili, nonché di introdurre e disciplinare in dettaglio un’ampia tipologia di mezzi pubblicitari a carattere temporaneo, al fine di venire incontro alle esigenze dell’utenza e degli operatori.

Senza dimenticare che il nuovo piano comunale permetterà di contenere l’impatto visivo e  la presenza di cartelli pubblicitari ed impianti di affissione, specie se di grandi dimensioni, escludendo nello specifico quelli di tipo 6x3. “Il piano oltre a garantire questi vantaggi pratici” conclude l’assessore, “consente, come ha già ricordato il sindaco Errico, di razionalizzare le entrate del bilancio comunale, elemento non propriamente secondario di questi tempi. Vorrei ringraziare il consigliere Salvatore Guglielmetti e gli uffici comunali per l’impegno profuso in questi mesi oltre ai consiglieri di maggioranza e di opposizione che hanno votato a favore del Piano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Plance e regole per la pubblicità. Dal Consiglio via libera al Piano

LeccePrima è in caricamento