Notizie da Gallipoli

Il poliambulatorio di Sannicola ancora privo della Risonanza magnetica articolare

Da oltre un anno l’apparecchiatura era stata destinata dalla Asl al distretto di Gallipoli e prevista nella cittadella della salute di Sannicola. Accuse di Scigliuzzo del Comitato pro ospedale Sacro Cuore: “Ritardi incomprensibili che penalizzano i servizi sanitari dell’area ionica”

Il distretto socio sanitario di Sannicola.

GALLIPOLI - Ancora interrogativi sulla mancanza delle adeguate strumentazioni per gli esami e la diagnostica nelle strutture sanitarie dell’arco ionico e del distretto gallipolino.

Non solo il campanello d’allarme sul depotenziamento dell’ospedale “Sacro Cuore di Gesù”, ma anche nella cittadella della salute di Sannicola manca ancora all’appello l’apparecchiatura per la Risonanza magnetica articolare che la Asl di Lecce aveva previsto di fornire proprio al poliambulatorio del comune salentino. Un’anomalia evidenziata anche dal presidente dell’associazione “Sacro Cuore di Gesù-Ospedale dell’arco jonico salentino”, Giacinto Scigliuzzo, che chiede lumi su ritardi, spese e mancati risparmi che continuano a perpetrarsi nella sanità salentina con conseguente minaccia per l’efficacia e l’efficienza dei servizi nel comprensorio di Gallipoli.

Nel caso delle Risonanze magnetiche articolari, l’associazione gallipolina rammenta che il 6 agosto del 2014 la Asl leccese deliberò l’acquisto di varie tecnologie per una spesa complessiva di 14milioni 840mila euro coperta dai Fondi Fesr 2007-2013. Tra le previsioni vi era l’acquisto di quattro apparecchiature per la Risonanza magnetica articolare (per una spesa complessiva di 700mila euro), una delle quali destinata per il distretto sanitario di Gallipoli e da porre a servizio nel poliambulatorio di Sannicola di via Collina. “Sono però  trascorsi sedici mesi” accusa Scigliuzzo, “ma di tale apparecchiature non si è vista traccia. Al contrario, a Sannicola è giunto un tir di scrivanie e sedie, arredi di cui non si avvertiva alcun bisogno, tanto che nessuno li aveva richiesti. Un paradosso se confrontato anche in termini numerici e di spesa sanitaria e alla produttività del poliambulatorio di Sannicola come attestano le 3013 prestazioni di Moc (Mineralometria ossea computerizzata, per rimanere in ambito ortopedico) effettuate nel 2014, con un fatturato di quasi 95mila euro e senza lista d’attesa. 

Basti pensare che le prestazioni di Risonanza magnetica articolare nella Asl di Lecce, lo scorso anno, sono state 14.526, di cui ben oltre la metà (8.821) effettuate in strutture private accreditate. Questo ha comportato per la Asl un esborso di un milione 173mila euro in favore delle strutture private. Sono queste per Scigliuzzo cifre e situazioni che reclamano un chiarimento anche per capire che fine hanno fatto le risorse destinate alla risonanza magnetica articolare.

“E’ impossibile non considerare questa vicenda un tassello del mosaico di penalizzazioni costruite anche contro l’ospedale di Gallipoli” conclude Scigliuzzo, “a proposito del quale basti ricordare che i lavori di ristrutturazione del settore operatorio sono ormai completati, ma del grande polo ortopedico traumatologico e riabilitativo, per limitarci al tema, promesso in passato, non c’è alcuna traccia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento