Mercoledì, 22 Settembre 2021
Gallipoli Gallipoli

Sfiorata da bottiglia in vetro, chiama il 113. La polizia scopre affitto in nero: denuncia e maxi multa

È accaduto a Baia Verde: una cittadina ha chiesto l’intervento degli agenti. Questi hanno identificato un gruppo di giovani, in affitto in una abitazione costata 2mila e 430 euro per una sola settimana. Guai per la proprietaria dell’immobile e per l’agenzia che lo ha pubblicizzato

La polizia sul posto.

GALLIPOLI – Una bravata porta gli agenti a scoprire una casa affittata abusivamente a Gallipoli. Gli agenti della squadra amministrativa del commissariato della Città Bella sono inizialmente intervenuti a seguito della chiamata da parte di una donna, giunta al 113. La cittadina si trovava nel proprio giardino, a Baia Verde, quando improvvisamente si è vista sfiorare da una bottiglia in vetro, lanciata pericolosamente dall’esterno da un gruppetto di giovani di passaggio. La malcapitata non era però in grado di  indicare e descrivere con certezza l’autore del reato.

Gli agenti di polizia giunti sul posto hanno identificato una comitiva composta da 12 giovani in villeggiatura in un’abitazione vicina che, però, si sono dichiarati estranei al lancio pericoloso di bottiglia. Hanno accusato altri coetanei che, poco prima, erano passati proprio da quella via. È stato eseguito a quel punto un controllo amministrativo, per accertare che fossero in regola con l’affitto dell’abitazione e con i requisiti di abitabilità.

E qui la sorpresa. I villeggianti hanno dichiarato ai poliziotti di aver preso in affitto l’abitazione per una settimana attraverso un portale pubblicitario di un’agenzia e di aver concordato la somma di duemila e 430 euro per una settimana. Convocate in ufficio sia la referente dell’agenzia e sia la proprietaria dell’immobile, sono stati fatti i dovuti riscontri al termini dei quali la prima è stata sanzionata per un importo di 7mila euro per aver pubblicizzato sul sito internet gli appartamenti in affitto a Gallipoli senza però accreditarsi sul portale della Regione Puglia e senza ottenere ed indicare il Codice identificativo di struttura, necessario per scongiurare le truffe on line e per risalire sempre e comunque al referente dell’immobile in affitto pubblicizzato.

La titolare dell’immobile invece è stata denunciata per aver omesso di comunicare le generalità delle persone che hanno alloggiato nell’immobile e per non avere mai richiesto le credenziali “Alloggiati web” del Ministero dell’Interno, obbligatorie per verificare, anche per il rischio di attentati terroristici, la movimentazione delle persone su tutto il territorio nazionale. Ma non è tutto. Sempre durante i controlli sul litorale gallipolino, tra la serata e la nottata di ieri, sono stati sottoposti a verifica circa 400 cittadini. Sanzionato, per esercizio abusivo di noleggio con conducente, un cittadino del posto, il cui veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfiorata da bottiglia in vetro, chiama il 113. La polizia scopre affitto in nero: denuncia e maxi multa

LeccePrima è in caricamento