Venerdì, 30 Luglio 2021
Gallipoli Via Quartini

Poste, crolla cornicione: tragedia sfiorata nel giorno delle pensioni

Una porzione di parete di cemento armato di circa mezzo metro è caduta in via Quartini, travolgendo un'auto in sosta e rimbalzando in strada. Miracolosamente illesi i passanti. Sul posto carabinieri, municipale e vigili del fuoco

 

GALLIPOLI – La tragedia è stata solo sfiorata, e si può tirare un grosso sospiro di sollievo. Ma il rischio è stato autentico. E solo un miracolo della buona sorte ha consentito ai passanti di rimanere illesi. Attimi di panico questa mattina, a Gallipoli, poco dopo le 9, quando un grosso pezzo di cornicione s'è staccato in via Quartini dalla volta del palazzo che ospita circa tredici famiglie e nei locali al pian terreno, la sede dell'ufficio postale centrale. La zona in questione, nei pressi della quale sorge anche il tribunale, è tradizionalmente affollata di cittadini che transitano a piedi o in auto per raggiungere proprio l’ufficio delle Poste o il palazzo di Giustizia. O anche le vicine caserme della guardia di finanza i dei carabinieri.

Nessuno dei passanti fortunatamente al momento del crollo è rimasto ferito o colpito quando, all'improvviso, una porzione di parete s'è staccata dal parapetto di un balcone del terzo piano, da un'altezza superiore ai dieci metri. A farne le spese, è stato un suv Bmw Tuareg posteggiato proprio al di sotto. Il pezzo caduto con veemenza ha perforato il cofano motore dell’auto, ed è poi rimbalzato in mezzo alla strada frantumandosi e senza come detto colpire altri mezzi o soprattutto passanti.

La parte crollata è una lastra di cemento armato larga circa mezzo metro e spessa una quindicina di centimetri che avrebbe potuto causare conseguenze ben più drammatiche. Sul posto per verificare la situazione e tutelare l’incolumità pubblica sono intervenuti i carabinieri della vicina Compagnia locale, i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, per verificare la staticità dell'edificio e rimuovere altri pezzi pericolanti dai balconi e dalla facciata dell’immobile, e una pattuglia della polizia municipale.

L'area interessata dal crollo al momento è stata transennata ed è chiusa al traffico. Una volta terminate le operazioni da parte dei caschi rossi, si provvederà  alla rimozione dei calcinacci e delle strutture rimosse e frantumate in strada. Il palazzo che si affaccia sul versante sud dell’imponente complesso alle spalle del grattacielo e che si trova in via Quartini era stato ristrutturato da poco più di un paio d’anni. Ma l’estrema vicinanza al mare e la corrosione della salsedine ha compromesso ancora una volta la tenuta delle strutture murarie di balconi e cornicioni. Saranno subito montate impalcature e avviati lavori di ristrutturazione.

Per comprendere la portata del pericolo scampato per un soffio, basti pensare che questa mattina alle Poste era un’altra giornata dedicata alla riscossione delle pensioni (con i titolari che pur essendo ormai accreditate le somme sul conto corrente, si recano puntualmente a prelevare il contante agli sportelli). Per cui è un vero miracolo che nessuno sia rimasto ferito. Senza dimenticare che la città è piena di turisti, considerato il periodo e che quella strada è costantemente trafficata e percorsa soprattutto a piedi.    

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste, crolla cornicione: tragedia sfiorata nel giorno delle pensioni

LeccePrima è in caricamento