Gallipoli

Pressing della Puglia in Più su Minerva. Cambio in giunta, entra Titti Cataldi

Firmato stamattina il decreto. Al posto di Antonella Russo subentra il capogruppo che ha terminato anche il mandato nell’assise provinciale. Sarà il nuovo assessore al Turismo

la giunta bis di Minerva

GALLIPOLI – Il pressing del movimento politico de La Puglia in Più del senatore Dario Stefàno, sempre più organico all’assetto del Pd, scuote la giunta del Minerva bis, operativa con deleghe e nuove ambizioni di rilancio amministrativo da ormai cinque mesi, che viene rimodulata con un nuovo avvicendamento in corsa che si ufficializza oggi con il decreto di revoca dell’assessore Antonella Russo, e quello di nuova nomina firmato in queste ore dal sindaco di Gallipoli. Motivazioni politiche e discrezionali quelle contenute nell’atto e alla base di una scelta che non lede, vista anche l’esiguità della tempistica, l’impegno o la professionalità dei protagonisti. Equilibri da salvaguardare, e valutazioni interne e manifestate dal gruppo consiliare, hanno indotto il primo cittadino a procede ad una nuova nomina.     

Non una novità assoluta visto che dell’ingresso dell’attuale capogruppo in Consiglio comunale della Puglia in Più (e già consigliera provinciale uscente) Assunta Cataldi, si era parlato e “commentato” già da diverso tempo. Tanto nella composizione originaria dell’esecutivo del sindaco Minerva, subito dopo le elezioni amministrative del 2016, quanto del rimpasto di giunta della scorsa estate nell’ambito del quale il primo cittadino aveva rimodulato la sua squadra di governo e che ha portato alla nomina dei cinque nuovi assessori: Giuseppe Venneri, Biagio Palumbo, Angelo Mita, Paola Scialpi e Antonella Russo, quest’ultima indicata in quota al partito di Stefàno e ora in uscita dall’esecutivo, ironia della sorte, nel giorno del suo compleanno.

Tutto come previsto o quasi nella formazione estiva della nuova squadra di governo di Minerva che aveva visto solo un cambio in corsa rispetto alle anticipazioni in relazione alle quote rosa: non era entrata a far parte del quintetto degli assessori proprio la consigliera Titti Cataldi, ma il gruppo consiliare della Puglia in Più aveva indicato l’avvocato Antonella Russo, moglie dell’ex consigliere Paolo Barba e candidato nella lista del movimento, che in questi pochi mesi di mandato ha ottenuto rilevanti consensi per l’intraprendenza e per il lavoro svolto in seno all’esecutivo cittadino.

La presidente della commissione Sanità, Titti Cataldi, dopo l’ennesimo invito raccolto dal sindaco a far parte della squadra di governo nell’agosto scorso aveva nuovamente optato di rimanere saldamente in Consiglio comunale nel suo ruolo di capogruppo e soprattutto di proseguire nel suo mandato anche di consigliere provinciale. Ora, proprio la conclusione naturale del mandato nell’ambito dell’assise provinciale di palazzo dei Celestini (anche se per il rinnovo del consiglio ci dovrebbe esserci ancora qualche settimana di proroga prima delle nuove consultazioni), ha riaperto il discorso dell’avvicendamento “naturale” (anche se nessuno conferma una sorta di accordo sancito dalle parti politiche) nella giunta comunale di Gallipoli, dove la consigliera Cataldi prende il posto e acquisirà anche le deleghe in capo ad Antonella Russo.

Una circostanza già “sollecitata” dal senatore Dario Stèfano al primo cittadino e dettata dalla volontà politica di esprimere la massima rappresentanza cittadina della Puglia in Più nell’ambito della giunta. Un avvicendamento sul quale arriva questa mattina l’ufficialità con il decreto di revoca e di sostituzione firmati dal sindaco Stefano Minerva. Una questione affrontata anche nell’ultima  riunione della maggioranza in cui il primo cittadino aveva palesato la sua “sofferta” intenzione di effettuare un nuovo cambio in corsa. Stride ovviamente cambiare in corsa un assessore, per altro ben voluto a sentire le valutazioni di operatori e addetti ai lavori, come Antonella Russo a soli cinque mesi dalla nomina, ma per la Puglia in Più c’è la volontà di concludere il mandato amministrativo con l’attuale capogruppo. Sembra che Minerva e la sua maggioranza abbiano invitato anche l’assessore uscente a presentare spontaneamente le dimissioni dall’incarico per rendere magari meno traumatica la decisione, ma l’ormai ex assessore non avrebbe accettato tale soluzione non essendoci ragioni improrogabili e tecnico-politiche ritenute valide per non continuare il mandato.       

La consigliera Cataldi, che entrerà dunque a far parte della giunta, erediterà proprio le deleghe in quota all’attuale assessore uscente ovvero: al Futuro, turismo, sport, spettacolo, portualità, sviluppo economico, attività produttive, protezione civile, associazionismo, politiche scolastiche e della formazione, beni archeologici e monumentali. L’avvicendamento in giunta riporterà in seno al consiglio comunale anche l’ex assessore Dario Vincenti, primo dei non eletti, al posto dell’attuale capogruppo della Puglia in Più.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pressing della Puglia in Più su Minerva. Cambio in giunta, entra Titti Cataldi

LeccePrima è in caricamento