Notizie da Gallipoli

Pretende soldi e non gli piace il pranzo, minacce continue e botte alla madre

I carabinieri hanno eseguito un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare per un 18enne che da mesi vessava la donna con continue richieste di soldi, arrivando dalle offese ad alzarle le mani. Una volta, persino perché non aveva trovato il cibo di suo gradimento

GALLIPOLI – Ogni occasione era buona per sfogare la sua rabbia, un comportamento aggressivo che ha messo in ginocchio per mesi una donna, ormai disperata e intimorita per minacce e, qualche volta, anche veri e propri pestaggi. Una volta, persino il pranzo, che lui, il figlio 18enne, non ha trovato di proprio gradimento, è stata occasione per ritorsioni. Il più delle volte, però, intimidazioni e schiaffi erano solo e soltanto per ottenere una cosa: soldi. Alla fine, la madre non ha retto più e s’è dovuta rivolgere ai carabinieri.

E’ successo a Gallipoli, dove i militari della stazione hanno eseguito oggi un’ordinanza di allontanamento della casa familiare emessa nei confronti del ragazzo, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia ed estorsione. In caso di violazione, rischia anche un arresto.

Stando a quanto denunciato in caserma e poi appurato dopo indagini, il figlio, fin da quando era ancora minorenne, avrebbe iniziato a vessare la madre con richieste di denaro condite da offese d’ogni tipo. La donna, peraltro, avrebbe ceduto spesso alle richieste, tanto più che si sarebbe trattato di piccole somme. Il rifiuto a continuare a elargirgli soldi, però sarebbe arrivato nel momento in cui ha scoperto che il figlio li sperperava.

Tra l’altro, nell’ultimo periodo, le pretese sarebbero diventate sempre più frequenti e le cifre stesse levitate. A parolacce e minacce sarebbero poi seguiti anche pestaggi, fino a farla ricorrere alle cure del pronto soccorso. E questo, come detto, persino per banali motivi, come un pranzo preparato dalla donna che non avrebbe incontrato il gusto del proprio palato.

La denuncia è stata presentata quando il giovane, qualche giorno addietro, avrebbe espresso una provocazione inaccettabile: “Niente soldi? E allora metto fuoco alla casa”. La madre, disperata, è corsa in caserma e i carabinieri, oltre a verificare la veridicità di quanto asserito, hanno scoperto che il ragazzo avrebbe assunto nel tempo atteggiamenti simili anche verso altri parenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pubblico ministero Stefania Mininni della Procura della Repubblica di Lecce, messa al corrente della vicenda con una dettagliata informativa, ha ottenuto, con urgenza, dal giudice per le indagini preliminari il provvedimento d’allontanamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento