Mercoledì, 22 Settembre 2021
Gallipoli Gallipoli

Prima le minacce ai turisti col coltello, poi la gomitata a un poliziotto: arrestato parcheggiatore abusivo

L’episodio è avvenuto ieri sera in piazza Matteotti a Gallipoli. Fermato dagli agenti del commissariato locale un 52enne del posto. Individuati e sanzionati anche altri due parcheggiatori

GALLIPOLI - Prima le intimidazioni con un coltello a numerosi vacanzieri per farsi pagare il posto auto, poi le minacce agli agenti del commissariato di Gallipoli, riusciti a bloccarlo mentre tentava la fuga, e per finire una gomitata al torace a uno dei poliziotti intervenuti al quale ha provocato un trauma, ritenuto guaribile dai sanitari in almeno dieci giorni.

Porto di oggetti atti ad offendere, minacce aggravate, tentata estorsione, resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato: sono questi i reati di cui dovrà rispondere Fabio Greco, 52enne gallipolino, noto alle forze dell'ordine.

L’episodio che ha portato al suo arresto è avvenuto ieri sera in piazza Matteotti, a Gallipoli, dove avrebbe svolto l’attività abusiva di parcheggiatore utilizzando l’arma (nella foto) per “convincere” gli automobilisti a pagare.

L’uomo avrebbe continuato a dare sfogo alla sua rabbia anche dopo aver aggredito gli agenti che l’avevano bloccato mentre cercava di dileguarsi. Trasportato in commissariato, infatti, avrebbe tentato con violenza di danneggiare i suppellettili degli uffici.

All'arrestato è stata anche elevata la sanzione amministrativa (di parcheggiatore abusivo) e sequestrata la somma di denaro di circa 60 euro custodita nel borsello che aveva addosso.

Nei giorni precedenti, altri due parcheggiatori sono finiti nei guai. In particolare, gli agenti del commissariato di Gallipoli hanno controllato e sanzionato un 35enne gallipolino, anche questo noto alle forze dell'ordine, mentre era intento a svolgere l'attività di parcheggiatore abusivo nel porto del Canneto.

All’uomo è stata sequestrata anche la somma di circa cento euro, suddivisa in banconote e monetine, e allontanato con daspo urbano.

Stessa sorte è toccata ad un venteenne del posto, anche lui noto alle forze dell'ordine, che nella tarda serata di mercoledì scorso era stato sorpreso sempre nel molo del Canneto a chiedere soldi ai vacanzieri per un posto auto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima le minacce ai turisti col coltello, poi la gomitata a un poliziotto: arrestato parcheggiatore abusivo

LeccePrima è in caricamento