Mercoledì, 4 Agosto 2021
Gallipoli Corso Roma

Carri, maschere e coriandoli su corso Roma. Pronta la prima sfilata

Domani la prima delle tre sfilate programmate dalla Fabbrica del Carnevale e dal Comune di Gallipoli con cinque carri allegorici e vari gruppi mascherati. Sul corso satira e omaggio a Disney. Predisposto piano del traffico e diretta tv

Gli artigiani dei carri allegorici

GALLIPOLI – L’incognita più grande rimane solo la clemenza di Giove pluvio. E dunque si spera che il tempo, dopo la soleggiata giornata odierna, non faccia brutti scherzi. Per il resto il conto alla rovescia è ormai finito. E dopo le brillanti e partecipate manifestazioni che hanno fatto da apripista nelle scorse settimane (dalla focaredda del 17 gennaio, a Borgo a colori, il carnevale dei bambini, mostre, visite guidate, e incursioni nei capannoni artigianali) nella giornata di domani la Fabbrica del Carnevale e l’amministrazione comunale sono pronte ad inaugurare la prima delle tre giornate dedicate alle sfilate dei sontuosi carri allegorici e dei gruppi mascherati e delle scuole di ballo e danza sul centralissimo corso Roma.

Con la novità, limitatamente per le sfilate del 23 febbraio e del 2 marzo, del percorso a ritroso “a salire” dall’imbocco del ponte della città vecchia verso corso Capo di Leuca e il tradizionale palco della giuria e delle autorità collocato in piazza Tellini. La sfilata finale di martedì 4 marzo riproporrà la discesa classica sul corso, con la premiazione e con la manifestazione conclusiva nel centro storico, mentre i giganti di cartapesta prenderanno la via del ritorno verso i loro capannoni internati su via Zacà.

La parata di domani, che l’associazione della Fabbrica del Carnevale ha voluto intitolare “The Disney music celebration”, vedrà muovere i quattro carri realizzati dai maestri cartapestai aderenti alla fabbrica, più quello messo in auge da un gruppo di associazioni tra cui Fideliter excubat e Off limits, a partire dalle 10,30 dagli hangar dei capannoni artigianali per poi attraversare corso Roma e sostare nel tratto finale (all’altezza dei teatri Schipa e Italia) per essere visionati e ammirati da vicino da cittadini e turisti sino al primo pomeriggio. Tra satira e omaggio ai capolavori Disney, i manufatti artistici sono ormai pronti: con Steamboat Willie-Mary Poppins presentato dal team  Coppola, Aladdin presentato di Franco Monterosso, La Sirenetta presentato da Siamo noi Group Paciolla-Scarpina, 

Tutti nella stessa barca...Verso l'isola che non c'è - Peter Pan presentato dal team di Cosimo Perrone. Simbolicamente. come già avvenuto da circa un mese a questa parte, Re Carnevale quindi prenderà, temporaneamente, possesso della città. A partire dalle 15,30 nei pressi del teatro Schipa, il sindaco Francesco Errico con le maschere ufficiali del nuovo carnevale gallipolino, Re Candallino e sua maestà Mendula Riccia, apriranno ufficialmente la sfilata e la festa caleidoscopica di coriandoli, musica e stelle filanti. Ci sarà anche la diretta televisiva su Telenorba 7.un carro-2

I carri allegorici, con le scuole di ballo ed i gruppi mascherati animeranno il corso principale, ed ad aprire la parata sarà una rappresentanza della città di Monfalcone rinsaldando il gemellaggio tra le due comunità. Lo stesso canovaccio si ripeterà domenica 2 marzo con la sola variante che ad aprire la sfilata con le stesse modalità e tempi, sarà stavolta una rappresentanza del carnevale di Galatone, gemellato anch’esso insieme a quello Melissano (che aprirà invece la sfilata del 4 marzo) con la kermesse gallipolina.

Da non dimenticare inoltre che sempre su corso Roma, nell’esposizione al civico 21, ci sarà spazio per le interessanti mostre fotografiche sul Carnevale degli anni passati (dal 21 febbraio al 5 marzo), e invece dal 1 al 5 marzo la mostra “Fabbrica del Carnevale work in progress” e l’esposizione a cura dell’associazione fotografica l’Occhio di Nardò. Lunedì 3 marzo l’appuntamento è con il Carnevalissimo 2014. Dalle 22 sarà realizzata la seconda edizione della festa in maschera, nella suggestiva cornice del Lido San Giovanni di Gallipoli. Per tutti coloro che non hanno un abito, potranno farselo realizzare sul momento da estrosi artisti, con i materiali più svariati. Infine nella giornata conclusiva dei bagordi carnascialeschi del 4 marzo, oltre alle premiazioni, riconoscimenti e menzioni speciali per carri, gruppi e partecipanti originali, simpatici e anche “maldestri”, ci sarà la cerimonia di congedo.

Nel tardo pomeriggio nei pressi di piazza Aldo Moro i gruppi formeranno un corteo che raggiungerà la città vecchia ed il sagrato della chiesa di san Francesco. Qui artisti, acrobati, giocolieri e giochi di luce attenderanno i dodici rintocchi rivenienti dal campanile della chiesa che decreteranno la fine del Carnevale e verranno tolte tutte le maschere. I regnanti del Carnevale consegneranno la chiave della città alla confraternita che la custodirà fino al prossimo evento. Predisposto anche il piano traffico e la chiusura delle strade, con indicazione delle aree sosta nell’ambito dell’ordinanza comunale con la disciplina e i controlli della municipale e dei volontari della protezione civile e delle unità delle forze dell’ordine disponibili.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carri, maschere e coriandoli su corso Roma. Pronta la prima sfilata

LeccePrima è in caricamento