rotate-mobile
Una fase delicata / Gallipoli

Primi attriti nel nuovo corso di Forza Italia: Barba punta i piedi con Caroppo

L'ex parlamentare rivendica la storia e il ruolo del partito a Gallipoli e si mostra sarcastico sul protagonismo di De Marini. Il commissario provinciale risponde con toni pacati, ma tenendo il punto

GALLIPOLI – La riorganizzazione di Forza Italia e lo stesso destino del partito dopo la morte del suo fondatore sono tra i temi principali dell’attualità politica. Già prima della morte di Berlusconi, d'altra parte, un’infornata di nuovi responsabili territoriali aveva reso palese l’obbiettivo generale di un rilancio e quello, in particolare, di una migliore strutturazione del partito a livello locale.

In provincia di Lecce l’incarico di commissario è stato affidato al deputato Andrea Caroppo che ha preso il posto di Paride Mazzotta, consigliere regionale. L’avvicendamento non è stato del tutto indolore e, a ridosso delle Giornate del tesseramento (24 e 25 giugno), sono affiorati i primi attriti. Lo dimostra una nota di Vincenzo Barba, già parlamentare e per circa un anno sindaco di Gallipoli. Lo storico e vulcanico esponente di Forza Italia non sembra entusiasta – per usare un giro di parole – del coinvolgimento di Giovanni De Marini, voluto da Caroppo per ridare slancio alle attività del partito nella Città Bella.

Barba, come suo solito, non le manda a dire: “Miracoli del pressappochismo, della faciloneria, dell’opportunismo, della megalomania, delle miserie umane insomma. A Gallipoli Forza Italia esiste, esiste eccome. Ha una sede cittadina, un coordinamento, un coordinatore, elettrici ed elettori che non mancano di far sentire il loro apprezzamento in ogni tornata elettorale, simpatizzanti e sostenitori sempre presenti quando ci sono da organizzare incontri, manifestazioni, iniziative, comizi. A Gallipoli per Forza Italia c’era e c’è – salvo direttive diverse, a noi sconosciute - Vincenzo Barba, con tutto il rispetto per l’amico Andrea Caroppo e per il fido ‘Sancho Panza’ De Marini”.

Il legame con Berlusconi

Barba rivendica quindi il legame diretto che aveva con Berlusconi: “A Gallipoli Forza Italia e il suo ‘senatore’ continuano a rispondere alle problematiche quotidiane di tantissimi cittadini che conoscono le difficoltà della vita nello stesso modo in cui il nostro presidente Silvio Berlusconi ci ha insegnato negli anni di indomite battaglie al suo fianco per una giustizia sociale vera e non fatta di parole gettate al vento tanto per apparire e non per far finta di essere”.

Nel ribadire il proprio modo di fare politica – disinteressato, sottolinea – Barba non sembra intenzionato a cedere terreno: “Non ci interessano le riunioni carbonare per mettere in disparte quelli che pensiamo possano infastidirci e farci ombra. Anche perché ce ne vuole per mettere nell’angolo Vincenzo Barba. Noi siamo lievito per far crescere i contesti in cui operiamo! Non siamo sanguisughe che prosciugano, essiccano e poi cambiano famiglia, amici e partito, pronti a vendersi e a svendersi. La nostra storia parla per noi: anni di onorata militanza con la stessa casacca, nella buona e nella cattiva sorte”.

Caroppo: “Collaborazione oltre il personalismo”

Chiamato indirettamente in causa, Caroppo ha risposto con toni pacati, ma tenendo il punto: “Da qualche settimana sono stato nominato Commissario provinciale di Forza Italia con l’obiettivo di rilanciare l’attività del partito in tutti i comuni della provincia di Lecce. In questa direzione, che mi è stata personalmente indicata poco prima della scomparsa dal presidente Berlusconi, ho inteso coinvolgere in un’assemblea provinciale tutti coloro che si sono spesi per anni per il partito e quanti hanno manifestato la volontà di farlo per il futuro. I frutti che abbiamo raccolto da questi primi passi sono ottimi come dimostra la grande partecipazione riscontrata nelle giornate del tesseramento anche nella nostra provincia. La collaborazione, la passione e l’impegno di ciascuno sono fondamentali, oltre ogni personalismo, e chiunque, a partire da Gallipoli, si sia iscritto a Forza Italia e si voglia attivare per il rilancio dell’attività politica sul territorio è ben accetto e troverà spazio nel nostro partito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primi attriti nel nuovo corso di Forza Italia: Barba punta i piedi con Caroppo

LeccePrima è in caricamento