Domenica, 25 Luglio 2021
Gallipoli

Protezione civile di Gallipoli, un anno in prima linea

Il presidente Dino Scariolo traccia il bilancio del 2007: l'intervento più delicato nell'emergenza voragine di via Firenze. Nuovo mezzo navale donato dalla Capitaneria

Il 2007 è stato un anno molto impegnativo per i volontari della Protezione civile di Gallipoli che operano attivamente su tutto il territorio salentino, e non solo. E' quanto emerge dalle parole del presidente del sodalizio, Dino Scariolo e dalla tabella riassuntiva dei principali interventi effettuati nel corso dell'anno appena concluso (2007) che lasciano ben pochi margini all'immaginazione: è stato senza ombra di dubbio un anno vissuto in prima linea. Come d'altro canto è nelle prerogative storiche del Cir-Protezione civile di Gallipoli fin dalla sua nascita avvenuta ben 15 anni addietro (nel prossimo mese di marzo si festeggia infatti proprio il quindicesimo anno della fondazione dell'associazione) e che in occasione della ben riuscita "2^ Giornata del volontariato" svoltasi a metà dicembre, e degli ottimi risultati conseguiti in questi anni di attività, ha ricevuto la prestigiosa decorazione del Presidente della Repubblica con una medaglia in argento.

"Un anno di intensa attività" conferma il presidente Scariolo, "basti pensare alla emergenza- voragine di via Firenze, con ben 1100 volontari impegnati per oltre 40 giorni e giunti da tutto il Salento che, a turnazione, sono stati impiegati per la sorveglianza e la tutela della pubblica incolumità. Così come calda è stata la stagione estiva. Coadiuvando le istituzioni preposte, siamo riusciti a spegnere oltre 83 roghi sia di piccole che di medie proporzioni. E siamo entrati in azione anche nello spettacolare incendio avvenuto nel parco delle Cesine e senza dimenticare i numerosi incendi accaduti nel territorio dell'hinterland gallipolino".

Un anno intenso anche per quanto riguarda le esercitazioni di caratura nazionale" continua il presidente Scariolo, "infatti la nostra organizzazione ha partecipato nella ben riuscita esercitazione che come scenario aveva la città di Gallipoli, simulando evacuazioni di edifici, incendi e soccorso in mare. E dotati anche di un ambulanza, curata dall'istruttore Luigi Benvenga, non pochi sono stati gli interventi effettuati a carattere sanitario. Va ricordato infatti che per i mesi di luglio ed agosto, unitamente all'associazione La Torre di Corsano, a cui và il mio ringraziamento e stima, ci è stata affidata una postazione di pronto soccorso estivo in località marina di Andrano dove i volontari coordinati dal sottoscritto anno acquisito una impagabile esperienza, stando di fatto a contatto h24 con il personale medico specializzato".

"Nella tragica scomparsa della giovane donna di Sannicola avvenuta nel novembre scorso" ricorda ancora il presidente della Protezione civile, "siamo stati impegnati nelle ricerche coordinate dalle istituzioni preposte, garantendo dei gruppi di ricerca fino alla dolorosa scoperta e al recupero dell'auto e del corpo nel porto di Gallipoli. Infine la segnalazione delle discariche abusive rientra nel contesto di tutela del patrimonio e non poche sono state le comunicazioni alla autorità competenti per il ritrovamento delle stesse. Di ordinaria amministrazione ed in stretta collabora-zione con il Comando di Polizia Municipale, numerosi sono stati gli interventi di viabilità per processioni, macchie d'olio, copertura di piccole buche, posizionamento di transenne, concerti, grandi eventi, incidenti stradali, soccorso a persone in difficoltà"

"In costante crescita" conclude il suo intervento Dino Scariolo, "è il settore subacqueo che la nostra organizzazione vanta, infatti è a cura dell'esperto istruttore Sergio Zollino l'addestramento dei nostri sub, che da qualche giorno possono usufruire, grazie all'amministrazione della Capitaneria di Porto, di un'importante imbarcazione adatta per le attività di Protezione Civile. Un'organizzazione la nostra che nel marzo 2008 festeggia 15 anni di intensa e professionale attività, sempre a disposizione della collettività e delle istituzioni locali e nazionali. Un doveroso ringraziamento và a tutti i miei volontari che con il loro prezioso operato garantiscono una presenza costante sul territorio, al Commissario prefettizio Angelo Trovato, al Comandante della Polizia Municipale ed al suo Vice, ed a tutte le istituzioni presenti sul territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile di Gallipoli, un anno in prima linea

LeccePrima è in caricamento