Mercoledì, 4 Agosto 2021
Gallipoli

Una sede nuova per il Nautico? “Trasferiamo gli studenti nel Tribunale”

Nella querelle sul futuro dell'istituto Vespucci e alla luce della carenza di fondi per il recupero della vecchia sede di via Gramsci, nuova proposta del presidente di Italia Destati, Quintana: "Il Tribunale come sede scolastica"

GALLIPOLI - Il futuro sempre più incerto, la mobilitazione del Comitato e degli studenti, e la difficoltà oggettiva di ristrutturare la vecchia sede di via Gramsci. Per l’istituto Nautico di Gallipoli si vivono momenti di totale incertezza dopo l’annuncio della Provincia di Lecce sulla mancanza di fondi per il recupero della vecchia sede. E con l’inadeguatezza sempre attuale dei locali della succursale del complesso degli ex Salesiani, anch’esso in via di dismissione.

E in attesa di una soluzione definitiva, per ora ancora in alto mare, sulla questione è giunta in queste una nuova proposta del consigliere provinciale e presidente di Italia Destati, Sandro Quintana. “Si potrebbe utilizzare la sede del Tribunale per gli studenti del Nautico oggi ospiti presso l’edificio Salesiani” - propone Quintana - e il sindaco Errico dovrebbe prendere in seria considerazione questa proposta. Il Nautico ha ragione d’esistere per posizione logistica nei pressi del mare” sottolinea il consigliere, “e la sede distaccata del Tribunale sarebbe più che appropriata. In questo modo Gallipoli non si priverà di una realtà formativa importante ed il diritto allo studio sarà tutelato. Ponendosi all’ascolto dei cittadini, la politica si deve fare carico dei problemi e non lasciarli cadere nel vuoto. Deve farsi promotrice soprattutto di soluzioni e non di promesse indirizzate a tutti e mai mantenute”.

L’idea di Quintana si materializza alla luce anche del depauperamento del polo giudiziario anche in quel di Gallipoli che dopo il taglio della sede distaccata del Tribunale prevede nei prossimi mesi anche la soppressione degli uffici del giudice di pace. Da qui la proposta di riconvertire l’immobile comunale che ospita il Tribunale, magari come soluzione per le esigenze scolastiche del Nautico.

“Dopo l’impegno del sindaco di Gallipoli, Francesco Errico, per mantenere in attività la sede distaccata del Tribunale ed anche gli uffici del giudice di pace” commenta Quintana, “ora è tempo di soluzioni ed atti concreti. Lo sforzo politico del primo cittadino non ha prodotto nulla. Ed in politica non ci si può sforzare a vuoto, ma bisogna raggiungere obiettivi comuni e concreti per il bene di tutti e del territorio. A Gallipoli si continua a fare passi indietro - conclude il presidente di Italia Destati - non si possono subire continui scippi. Attualmente resta in piedi anche la questione dell’istituto Nautico di via Gramsci, che è questione critica e da qui la nostra proposta concreta di utilizzare il Tribunale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una sede nuova per il Nautico? “Trasferiamo gli studenti nel Tribunale”

LeccePrima è in caricamento