menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La nuova isola ecologica in zona stazione

La nuova isola ecologica in zona stazione

Raccolta rifiuti, attive nuove isole ecologiche per “spingere” la differenziata

Dopo le postazioni della Gial Plast completata anche la sistemazione delle quattro isole ecologiche del progetto Gallipoli Ecoself. Venneri: “Niente più scuse, città più pulita”

GALLIPOLI - Si completa il posizionamento sul territorio comunale di Gallipoli delle isole ecologiche fisse e informatizzate che saranno presto attive e a regime nelle  zone strategiche della città, compresi i quartieri residenziali e le marine. Una mano in più per smaltire correttamente i rifiuti e magari frenare la riluttanza alle corrette pratiche della raccolta differenziata.

Prima dell’estate erano già state attivate le prime due isole ecologiche (posizionate dalla ditta Gial plast nell’area mercatale di via Alfieri e nei pressi dello spiazzo antistante la sede comunale di via Pavia) relative al capitolato d’appalto dell’Aro11 in attesa poi di avere a disposizione altre quattro postazioni fisse relative al progetto “Gallipoli Ecoself”. Anche queste isole ecologiche sono ora presenti in città. In questi giorni sono state posizionate due nuove strutture, che in aggiunta alle altre due localizzate rispettivamente nel quartiere San Gabriele(ex peep 3), precisamente in via Deledda, e nella zona Lido, completano la mappa.

Adesso è possibile usufruire del servizio con la nuova isola posizionata nei pressi della stazione centrale della città di piazza Matteotti e via Cinque, e di quella nei pressi della capitaneria di porto su lungomare Marconi. Un totale di sei isole, in aggiunta a quelle già note nei pressi del comune di via Pavia e nell’area mercatale, che non lascia spazio ad alcuna forma di inciviltà. Il servizio, complementare a quello porta a porta partito il primo aprile dello scorso anno, consente ai cittadini regolari contribuenti della Tari di smaltire rifiuti, in appositi contenitori, sempre in virtù del principio della raccolta differenziata.

Alcune delle isole ecologiche informatizzate sono dotate di videosorveglianza, perciò ogni forma di trasgressione e inadempienza sarà subito individuata e sanzionata a norma di legge. Su indicazione del sindaco Stefano Minerva e dell’assessore all’Ambiente, Giuseppe Venneri, il coordinamento dell’attività anche per le nuove isole ecologiche viene espletato dal presidente della commissione Ambiente, Cosimo Nazaro, e dagli uffici comunali preposti.

“Abbiamo ora completato l’installazione delle isole ecologiche informatizzate” spiega il vicesindaco con delega all’Ambiente, Giuseppe Venneri, In questi giorni sono state posizionate due nuove strutture, che in aggiunta alle altre due localizzate rispettivamente nel quartiere San Gabriele e nella zona lido, completano la mappa. Adesso è possibile usufruire del servizio con la nuova isola posizionata nei pressi della stazione centrale della città e quella nei pressi della capitaneria di porto. Un totale di sei isole, in aggiunta a quelle già note nei pressi del comune di via Pavia e nell’area mercatale, che non lascia spazio ad alcuna forma di inciviltà. Il funzionamento è il medesimo per tutte: attraverso l’identificazione del cittadino per mezzo della tessera sanitaria, verificato poi dal computer interno il regolare pagamento della tassa sui rifiuti, è possibile differenziare i propri rifiuti negli appositi contenitori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento