rotate-mobile
Gallipoli

Report di Cittadinanzattiva, cento le segnalazioni analizzate dal Tribunale del Malato

I volontari dell’assemblea territoriale di Gallipoli anche nel 2021 hanno proseguito da remoto ad osservare, verificare, segnalare e monitorare le criticità sanitarie e sociali in collaborazione con la direzione della Asl, il Comune e gli istituti scolastici

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Cittadinanzattiva fin dal suo nascere a Gallipoli (1998), ha offerto ai cittadini che lo richiedono, un servizio d'informazione, consulenza e intervento per la tutela dei loro diritti in ambito sanitario, sociale, pubblico e privato.

L’emergenza causata dal Covid-19, in questi due anni, ha insegnato in cosa consista la “Distanza sociale” e ha fatto comprendere che nessuno “si salva” da solo. Ha richiamato tutti al valore della solidarietà e della comunità soprattutto nei momenti più duri. La solidarietà, tuttavia, è stata intesa in modo nuovo, se prima sollecitava all’incontro, alla comunicazione personale e comunitaria, ora ha spinto all’isolamento, alla negazione dell’incontro e della socializzazione per ridurre il pericolo del contagio, ma ha mobilitato la cittadinanza a raccolta fondi per far fronte all’emergenza.

L'impegno di Cittadinanzattiva ha un duplice obiettivo, il primo è quello di offrire attenzione e ascolto a chi è nel bisogno e si trova in un momento di fragilità, il secondo è quello di collaborare con le istituzioni che operano per il bene del cittadino (Asl, Comune, Scuola), ma che hanno bisogno di conoscere le necessità e rilevarne le criticità.

Ogni cittadino, in verità, in quanto tale, dovrebbe poter ricevere, ma anche dare il suo contributo sociale sia come fruitore che come erogatore di servizi. Cittadinanzattiva Aps di Gallipoli, anche quest’anno, attraverso il report, ha inteso fare il punto sulla situazione locale in virtù del ruolo di “osservatorio locale sui servizi sanitari e socio-sanitari”.

Pur operando da remoto, Cittadinanzattiva ha attuato una fattiva collaborazione sia con l'Azienda sanitaria Asl Le (come previsto nel protocollo d’intesa firmato nel settembre 2020 dalla Regione Puglia-Dipartimento “Promozione della salute, del benessere sociale, dello sport per tutti”), sia con l’amministrazione comunale di Gallipoli, sia con alcuni istituti scolastici.

La comunicazione e la collaborazione sono state fondamentali ed efficaci sia con la direzione generale Asl per la risoluzione di casi non risolvibili a livello locale, che con la direzione del presidio ospedaliero, del Distretto socio sanitario per quelli a livello locale, ma anche con il Comune per le segnalazioni relative al Servizio Socio-Sanitario o di carattere ambientale.

Di tutto sono stati costantemente informati sia gli aderenti al movimento attraverso le newsletter, sia il territorio con la pagina facebook, (per far chiarezza al cittadino "bombardato" spesso da informazioni, qualche volta contrastanti e che determinano confusione).

Il Report annuale, dovrebbe essere il punto di partenza per un percorso in cui le Istituzioni e Cittadinanzattiva, incontrandosi intorno ad un tavolo, programmino un progetto per il superamento delle criticità e costruiscano percorsi di vita sanitaria e sociale efficienti, efficaci e graditi alla gente.

La mediazione è il ruolo fondamentale di Cittadinanzattiva che, quale sentinella del territorio, non generalizza i bisogni e le criticità, ma li classifica secondo i criteri di: accessibilità, adeguatezza, fruibilità dei servizi di pubblica utilità.

Nell’anno 2021 le segnalazioni pervenute per via telefonica o telematica sono state 100. L’accessibilità si riferisce alla difficoltà nella fruizione dei servizi, ostacoli nell’acquisizione dei farmaci, problemi nell’applicazione del Drg.

Sono pervenute in tale ambito 42 segnalazioni. Di esse 40 rientrano tutte nella categoria “difficoltà nella fruizione dei servizi”, e due nella categoria “problemi nell’applicazione del Drg”. 

L’adeguatezza si riferisce a: diagnosi e terapia, condizione e funzionamento dei servizi, comportamento del personale, buone pratiche. Sono pervenute 22 segnalazioni. Di esse 14 si riferiscono alla “condizione di funzionamento dei servizi” e una a “diagnosi e terapia”. Altre 7 al “comportamento del personale”. 

La fruibilità dei servizi di pubblica utilità distinti in: prestazioni sociali, qualità, trasparenza, sicurezza. Sono pervenute 36 segnalazioni. Di esse 15 riguardano le “prestazioni sociali”, una la “qualità dei servizi offerti”, due la “trasparenza” e 18 la “sicurezza fisica e ambientale”.

E’ bene ricordare che la missione di Cittadinanzattiva fa riferimento all’articolo 118 della Costituzione. Esso riconosce l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale e prevede per le istituzioni l’obbligo di favorire i cittadini attivi, sulla base del principio di sussidiarietà.

Il movimento, pertanto, si impegna a sottolineare le inadempienze per far modificare comportamenti dannosi per l’interesse generale, si prende cura dei beni comuni, si attiva per dialogare con le istituzioni, per risolvere conflitti, per promuovere diritti, per difendere i cittadini da

ingiustizie e per valorizzare le competenze. La risoluzione dei casi segnalati e opportunamente documentati permette di affermare che ogni osservazione di criticità, se è tenuta nel dovuto conto, diventa una buona occasione perché i servizi socio-sanitari e non solo migliorino in efficienza, efficacia e gradimento.

L’assemblea  territoriale Cittadinanzattiva Aps di Gallipoli è coordinata da Mariarosaria Fontò e ha operato attraverso le reti: Salute (Tribunale del Malato) con la responsabile Agata Coppola; Scuola con responsabile Orsolina Fontò; Consumatori con responsabile Ivan Pagliarini e Ambiente con eesponsabile Luciana Fiorito.

Inoltre Cittadinanzattiva ha curato altre attività, denominate “Diritti a tinte forti”  per: rilevazione criticità con monitoraggi e campagne informative. Informazione con incontri in videoconferenza, report, newsletter. Formazione, attraverso corsi online e webinar. Pubbliche relazioni con partecipazione a meeting, inaugurazioni, conferenze, da remoto. Comunicazione attraverso i mass media dell’attività svolta e delle problematiche emergenti.

Gli operatori volontari dell’assemblea territoriale Cittadinanzattiva Aps di Gallipoli: Genoveffa Bianco, Maria Carichino, Agata Coppola, Annamaria Colucci, Fiorella Di Marco, Silvana Fedele, Luciana Fiorito, Maria Rosaria Fontò, Orsolina Fontò, Anna Rita Giaffreda, Marilena Levante, Elisabetta Pietrangeli, Anna Ventruto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Report di Cittadinanzattiva, cento le segnalazioni analizzate dal Tribunale del Malato

LeccePrima è in caricamento