Venerdì, 30 Luglio 2021
Gallipoli

Da Palermo a Tunisi con quasi un giorno di ritardo. Le compagnie risarciranno un salentino

La Grimaldi spa" ed "Atlantica spa" dovranno pagare il danno arrecato ad uno sfortunato passeggero. Nel 2009, l'uomo lasciò il capoluogo siciliano alla volta delle coste magrebine dopo molte oreo rovinando la vacanza, come lo stesso giudice di pace di Gallipoli ha ribadito

Il porto di Palermo (PalermoToday.it)

GALLIPOLI – Le compagnie di navigazione “Grimaldi spa” ed “Atlantica spa” dovranno risarcire un passeggero per il ritardo nel trasporto. A stabilirlo, il giudice di pace di Gallipoli, Tobia Nassisi, il quale ha infatti imposto il pagamento, da parte delle ditte, di 430 euro, oltre agli interessi: 43 euro al giorno, moltiplicati per dieci ore di ritardo nei confronti di E.R., salentino, assistito dall’avvocato Stefano Gallotta del Comitato salentino dell’Unione nazionale consumatori.

I disagi arrecati al passeggero e riconosciuti dal giudice si riferiscono ad un viaggio effettuato a fine aprile del 2009 sulla nave “Sorrento”, sul tragitto Palermo-Tunisi. Un ritardo che, secondo il giudice “ha comunque influito sul godimento della vacanza nel suo complesso”. L’imbarcazione, infatti, sarebbe dovuta partire alle 23,59 dal capoluogo siciliano, e per approdare sulle c di ritardo. Le compagnie risarciranno un saloste tunisine alle 9,30 del giorno successivo. E invece, giunto all’interno del porto di Palermo per effettuare il check-in, E.R. si trovò davanti ad un’amara sorpresa: la partenza era stata rinviata di ben cinque ore.

A causa di un ulteriore ritardo della partenza, lo sfortunato viaggiatore fu costretto, suo malgrado, ad affrontare l’intera nottata all’aperto nel piazzale antistante al terminal, salendo a bordo del traghetto solo in prossimità della partenza, poi prorogata alle 9,30 del mattino successivo. Come se non bastasse, la motonave della Grimaldi  si ferò al largo delle coste palermitane per diverse ore e, dopo un viaggio estenuante, attraccò al porto di Tunisi solo alle 15, ossia con oltre un giorno di ritardo rispetto all’orario contrattualmente previsto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Palermo a Tunisi con quasi un giorno di ritardo. Le compagnie risarciranno un salentino

LeccePrima è in caricamento