Giovedì, 5 Agosto 2021
Gallipoli

Ritrovato in mare il corpo dell'anziano scomparso durante una battuta di pesca

Michele De Razza, l'80enne neretino, di cui non si aveva più notizia dallo scorso mercoledi, è stato ritrovato a largo di Gallipoli. Ad individuare il cadavere, i militari della guardia costiera della capitaneria di porto impegnati nelle ricerche

GALLIPOLI – Il corpo senza vita di Michele De Razza, l’80enne neretino, di cui non si aveva più notizia fin dal primo pomeriggio di mercoledì scorso, è stato ritrovato questa mattinata in mare a largo di Gallipoli. 

A individuare il cadavere dell’anziano è stato il personale di un peschereccio, il “Giuseppe Padre”. La corrente l’aveva trasportato a circa un miglio dalla costa gallipolina. La presenza del corpo è stata segnalata alla guardia costiera, che l’ha trasportato a terra. Da qui è poi le spoglie sono state condotte presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi”. La famiglia ha fatto il riconoscimento.

Finisce nel peggiore dei modi, purtroppo, una vicenda per la quale la macchina dei soccorsi si era attivata fin da martedì sera. La mattina del 17 l’uomo era si era recato in località Torre dell’Alto, nei pressi della marina di Santa Caterina, per una battuta di pesca.

Non rientrando all’ora di pranzo, i famigliari avevano subito avvisato i soccorsi. L’ipotesi balzata subito alla mente, la più fondata, quella della caduta in mare (scivolando o per un malore) era dunque esatta, anche se non si poteva escludere a priori un allontanamento.

La Prefettura, con le forze dell’ordine, il Comune e i rappresentanti della protezione civile locale, aveva attivato tutti gli interventi coordinati.

Mentre nell’immediato, martedì pomeriggio e fino a tarda ora, le ricerche erano state indirizzate soprattutto allo specchio di mare antistante al luogo del ritrovamento della bicicletta elettrica dell’anziano, con l’impiego di motovedette e sub (senza comunque tralasciare la perlustrazione della costa), ieri si era ritenuto di rafforzare le attività sulla terraferma con l’impiego, fra gli altri, anche del nucleo cinofilo dei vigili del fuoco e degli speleologi. Senza però alcun esito.

Finito in mare come si sospettava, le correnti hanno trasportato il corpo di De Razza fin nella zona di Gallipoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato in mare il corpo dell'anziano scomparso durante una battuta di pesca

LeccePrima è in caricamento