rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Realizzato da un pittore napoletano / Gallipoli

Si completa la Sala Coppola: donato il “Paesaggio con cavaliere”, tela della metà del 700’

Il dipinto era stato escluso dalla consegna iniziale in favore del Comune tra le venti opere della collezione. Gli eredi Coppola hanno comunicato la volontà di cederla ora alla comunità gallipolina

GALLIPOLI - La prestigiosa collezione dei dipinti in mostra permanente della Sala Coppola nel centro storico di Gallipoli si arricchisce anche dell’ultima opera rimasta fuori dalla donazione originaria che gli eredi della famiglia di Niccolò Coppola hanno sancito ormai da diversi anni al Comune di Gallipoli.

Entra infatti a far parte della galleria del luogo di cultura, al pian terreno del palazzo comunale che viene visitato da numerosi turisti e che ospita gli eventi culturali del Comune, il quadro, olio su tela, raffigurante un “Paesaggio con cavaliere”, della metà del XVIII° secolo, realizzato da un ignoto pittore napoletano seguace di Michele Pagano.

Il dipinto rientra tra la pregevole collezione delle venti tele (le principali appartenenti al famoso pittore Giovanni Andrea Coppola), in dotazione alla famiglia Coppola che sin dal 1982 sono state oggetto di donazione da parte degli eredi alla città di Gallipoli.

Il primo documento relativo a tale donazione è una lettera del 21 febbraio 1981, con la quale gli eredi di Niccolò Coppola comunicavano al sindaco dell’epoca, Mario Foscarini, l’intenzione di donare al Comune circa una ventina di dipinti del secentesco pittore gallipolino Giovanni Andrea Coppola, alcuni dei quali di certa attribuzione e con una splendida natura morta di grandi dimensioni.

La collezione in questione è composta da una natura morta, tredici dipinti di soggetto sacro, tre paesaggi, due ritratti e un dipinto di soggetto mitologico. L’amministrazione comunale del tempo accettò la donazione impegnandosi a provvedere al restauro degli quadri ricevuti in dono.

Nell’atto di donazione comunque le opere menzionate risultavano diciannove, mentre dalla schedatura della Soprintendenza per i beni storici e artistici della Puglia, la collezione risultava composta da oltre venti opere. Altri due dipinti, raffiguranti l'uno un “Paesaggio con cavaliere” del XVIII° secolo, e l'altro un bozzetto del “Martirio di Sant’Agata”, facenti parte sempre del nucleo originario della collezione, per volontà degli eredi non furono inizialmente oggetto della donazione.

Nel 2009, di fatto, si è proceduto al restauro delle venti tele della collezione esposte presso il museo civico per una mostra temporanea, promossa per promuovere la raccolta dei quadri da acquisire al patrimonio artistico del Comune. Diciannove sono stati poi oggetto della donazione definitiva. Nel 2012 si è invece inaugurata la collezione permanente presso l'apposita e omonima sala che ospita la Collezione Coppola, in una sezione distaccata presso il piano terra di Palazzo Balsamo, ed è stato redatto il catalogo della mostra permanente, a cura della direttrice Paola Renna, nell’ambito del Pis 14 Sistema Musei.

Nel gennaio scorso, infine, la famiglia Coppola ha comunicato formalmente all’amministrazione comunale l’intenzione di procedere con la donazione dell’altro quadro ancora mancante per completare la collezione, quello del “Paesaggio con cavaliere” che presto, quindi, sarà esposto nella sala comunale con l’iscrizione “donato alla Città di Gallipoli da Niccolò e Valentina Coppola”. Il dipinto sarà collocato all'interno della galleria accanto ai tre paesaggi già presenti nella sala espositiva.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si completa la Sala Coppola: donato il “Paesaggio con cavaliere”, tela della metà del 700’

LeccePrima è in caricamento