Gallipoli Corigliano d'Otranto

“Salento Book Festival” itinerante, pronta a sbarcare la movida dei lettori

Presentata la settima edizione del Festival Nazionale del Libro che dal 6 giugno al 21 luglio farà tappa a Gallipoli, Nardò e Corigliano

BARI – Dopo sei  anni di successi e consensi il Festival nazionale del Libro apre una nuova pagina muovendo dalla sulla culla natìa di Tuglie e aprendo la stagione itinerante che farà tappa nel progetto comune sposato dalle amministrazioni di Gallipoli, Nardò e Corigliano D’Otranto. Il festival, diretto e ispirato dal giornalista Gianpiero Pisanello, da quest’anno ha assunto la nuova denominazione di “Salento Book Festival” e vedrà la cultura della lettura e del libro spaziare nei meandri della tre cittadine salentine, dal 6 giugno al 21 luglio prossimo, con l’intervento di numerose personalità del mondo dello spettacolo, della letteratura, dell’arte, della musica e della comunicazione.  A declinare le peculiarità della VII^ edizione del Festival nazionale del Libro made in Salento è stata, in quel di Bari, l’assessore regionale al Turismo e alla cultura, Loredana Capone che ha sposato insieme ai sindaci delle città Gallipoli, Corigliano e Nardò l’idea di valorizzazione dell’appuntamento culturale. Accanto a Loredana Capone e al direttore artistico Ganpy Pisanello, presenti e convergenti anche i sindaci Dina Manti, Stefano Minerva e Pippi Mellone.  

“E’ un festival che sta crescendo sempre di più” ha detto l’assessore Capone, “partendo da una piccola realtà locale ed oggi arriva a coinvolgere tre importanti comuni che hanno a disposizione dei magnifici contenitori culturali da utilizzare nei loro centri storici. E’ un festival che non c’entra in pieno la stagione agostana, ma che punta ad attrarre un pubblico diverso dai vacanzieri in cerca solo di sole e mare e che vuole riempire i beni culturali di giovani e appassionati di libri, attirati anche dai personaggi e dalle belle ambientazioni. Noi stiamo lavorando” ha aggiunto l’assessore, “ad un piano per lo sviluppo della lettura, coordinando i festival come il Libro Possibile di Polignano e potenziando i Presidi del Libro, per contrastare i deludenti dati della lettura nella nostra regione. Occorrerà coinvolgere, come farà questo festival, le comunità locali e le scuole per far crescere la curiosità dei potenziali lettori verso il libro e così ci aspettiamo che tanti lettori crescano in Puglia per superare il gap rispetto al resto d’Italia”.

Alle porte ormai spalancate verso un'altra stagione estiva da tutto esaurito, il Salento, e soprattutto le realtà di Gallipoli, Nardò e Corigliano, si apprestano ad ospitare un festival ricco di libri e di grandi autori. Tra pochi giorni si schiuderà il Salento Book Festival, “un meraviglioso network culturale” del territorio come lo hanno definito il sindaci Minerva e Mellone.

Oltre cinquanta appuntamenti variegati, con presentazioni, dibattiti, letture e confronti e con un occhio di riguardo rivolto anche ai piccoli lettori, saranno al centro della programmazione del Salento Book Festival che porterà in dote anche autori e personalità di rilievo, da Sandro Ruotolo, Edoardo Albinati, Andrea Scanzi, Lorella Cuccarini, Andy Luotto, Federico Buffa, Guido Maria Brera, Antonio Caprarica, Selvaggia Lucarelli, Luciano Violante, Luca Bianchini, Catena Fiorello, Peppe Vessicchio, MarcelloVeneziani e tanti altri. Poco più di una settimana e Gallipoli, Nardò e Corigliano si apprestano ad accogliere, sino a luglio inoltrato, la “movida dei lettori” per un turismo culturale possibile. Oltre alla direzione di Gianpiero Pisanello la crescita culturale del Salento Book Festival può contare sulla dedizione dello staff composto da Chiara Eleonora Coppola, Azzurra De Razza, Valeria Greco, Francesca Angelozzi, Lara Napoli, Andrea Episcopo, Giuseppe Pezzulla, Pierpaolo Gaballo e Leonardo Negro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Salento Book Festival” itinerante, pronta a sbarcare la movida dei lettori

LeccePrima è in caricamento