rotate-mobile
Gallipoli Gallipoli

Sbarco a Gallipoli: soccorsi in 62, tra i migranti bambini e tre donne in gravidanza

Il gruppo è stato avvistato nelle scorse ore, dalla guardia di finanza, al largo di Santa Maria di Leuca e poi scortato nel porto di Gallipoli. I cittadini stranieri sono tutti di origine asiatica

GALLIPOLI – Uno sbarco, nella notte, nel Salento. Un’imbarcazione è stata avvistata dalla guardia di finanza nella tarda serata di ieri al largo di Santa Maria di Leuca e poi fatta approdare a Gallipoli. Un gruppo composto da 62 cittadini, tutti di origine asiatica, è stato infatti raggiunto dai militari delle fiamme gialle con una motovedetta.

Il video: i soccorsi in mare e poi lo sbarco

A bordo del natante viaggiavano nove siriani, tra i quali anche tre bambini; altri cinque provenienti dal Bangladesh e 48 pachistani (tra questi 11 minori non accompagnati). Sono stati subito soccorsi dagli operatori del 118 e dai volontari della Croce rossa italiana. Immediate anche le visite mediche per tre donne del gruppo, in stato di gravidanza: sono state condotte presso l’ospedale della cittadina ionica per dei controlli. e1db43d7-4b82-4563-9ecc-f83317bfa2cc-2

Nessuno, tuttavia, sembrerebbe aver riportato conseguenze fisiche dovute alla traversata.

Al termine delle operazioni, l’intero gruppo è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto. Sul posto, oltre alla guardia di finanza, anche carabinieri e polizia per supportare le operazione di sbarco e della successiva identificazione.

L'imbarcazione è stata sottoposta a sequestro, all'interno del porto gallipolino, su disposizione dell'autorità giudiziaria, per successive indagini da parte del pool antimmigrazione clandestina della Procura della Repubblica di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarco a Gallipoli: soccorsi in 62, tra i migranti bambini e tre donne in gravidanza

LeccePrima è in caricamento