Notizie da Gallipoli

Veliero lascia i migranti sull’isola e riprende il largo: fermati due scafisti

I 62 cittadini pachistani, tra i quali nove minorenni non accompagnati, rintracciati sull’isola di Sant’Andrea a Gallipoli

Il gruppo dei pachistani giunto nella notte.

GALLIPOLI - Sono stati in mare per circa due settimane, prima di approdare nel Tacco. Proseguono gli sbarchi di migranti. In 62, nellla notte, sono infatti giunti sulla costa ionica salentina: lasciati  sull’isola di Sant’Andrea di Gallipoli da due uomini poi fuggiti e rintracciati in un secondo momento dalle forze dell'ordine. Tutti di nazionalità pachistana, sono arrivati sul territorio  italiano su un veliero a bordo del quale vi erano anche nove minorenni. 

Il video: I soccorsi della Croce rossa e dei medici di frontiera

Rintracciati dai militari della guardia di finanza, sono stati accompagnati nel porto della Città Bella dagli uomini della guardia costiera. L’imbarcazione, intanto, aveva già ripreso il largo: è stata intercettata nei pressi di Santa Maria di Leuca dalle fiamme gialle. A bordo, due individui che sono considerati con ogni probabilità gli scafisti responsabili della traversata in mare. I militari li stanno ora ascoltando, per identificarli e chiarire gli aspetti legati al luogo di partenza e, soprattutto, alla rete dei contatti di trafficanti di esseri umani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I migranti, sfiancati dal disperato viaggio in mare, sono stati raggiunti e poi soccorsi dagli operatori della Croce rossa italiana e dai medici Usmaf, l'Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera. Nessuna grave conseguenza per loro tranne che per due dei nove minorenni non accompagnati hanno avuto bisogno di cure mediche e sono stati accompagnati nell’ospedale della cittadina ionica per le cure. Tutti gli altri, come da prassi, trasferiti invece presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino  Bello” di Otranto dove saranno foto segnalati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento