rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Gallipoli Gallipoli / Via Trieste

Strappano borsa a una donna, via con soldi e cellulare: identificati

In due, in sella a un Piaggio Sì, si sono affiancati a una coppia che, nella serata di domenica, stava passeggiando lungo una via di Gallipoli. All'interno della borsa, oltre ai documenti e al telefono, una trentina di euro. Gli agenti del commissariato locale hanno rintracciato due ragazzi

GALLIPOLI – Stavano passeggiando per le vie di Gallipoli, alcuni minuti dopo le 20, quando è avvenuto lo scippo. Vittime dell’accaduto, nella serata di ieri, due coniugi che si trovavano in via Trieste, all’angolo con via dell’Acquedotto. Una scooter, con a bordo due ragazzi, si è affiancato alla coppia senza che questa se ne accorgesse.

Il passeggero del mezzo, un Piaggio Sì, di colore bordeaux, ha strappato con violenza la borsa a tracolla indossata dalla donna, ed è fuggito assieme al conducente per le vie adiacenti. All’interno, oltre a documenti di identità ed altri effetti personali, nella borsa vi era anche il portafogli con all’interno una trentina di euro e un telefono cellulare del valore di un centinaio di euro. I due malcapitati non hanno potuto fare altro che rivolgersi alle forze dell’ordine per raccontare l’accaduto. Le indagini sono andate agli agenti di polizia del commissariato della Città Bella, guidato dal vicequestore aggiunto Emilio Pellerano.

Ascoltata dai poliziotti, la vittima dello scippo ha fornito alcune elementi utili all’individuazione dei due responsabili. Oltre ai tratti somatici die responsabili, e al modello del veicolo a due ruote, la coppia ha anche fornito indicazioni sull’abbigliamento indossato dagli scippatori. A supporto della descrizione, peraltro, anche la presenza di videocamere di sorveglianza della zona, che hanno facilitato le indagini, forendo loro una svolta a stretto giro. Sono infatti stati identificati in queste ore due 14enni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strappano borsa a una donna, via con soldi e cellulare: identificati

LeccePrima è in caricamento