Gallipoli

Sel sale in cattedra: “Niente scuse, accordo sul Nautico in Consiglio”

Dopo l'incontro tra il Comune e il comitato pro Nautico il segretario di Sel, Esposito, sollecita la deliberazione dell'assise comunale per il recupero della vecchia sede di via Gramsci. "Basta indugi, la Provincia è già d'accordo"

Massimo Esposito (il terzo da sinistra) segretario Sel.

GALLIPOLI  - La questione del recupero dell’istituto Nautico subito in Consiglio comunale.  Dopo l’accordo già assunto e sottoscritto, in linea di massima, con il sindaco Francesco Errico, i capigruppo consiliari e il comitato pro Nautico nella recente riunione a palazzo Balsamo, è giunto il tempo di dare concretezza anche con un atto formale e definitivo dell’assise comunale. 

E’ quanto sollecita il segretario cittadino di Sel, Massimo Esposito, per conto del proprio partito rendendo noto anche lo schema dell’accordo firmato con i capigruppo e il comitato pro Nautico “Crediamo sia ora di rompere gli indugi e passare ai fatti” dice il  segretario cittadino di Sel, “infatti l’impegno assunto dall’amministrazione comunale e dalle forze politiche presenti nell'aula consiliare durante l’incontro tenutosi il 29 ottobre scorso con il comitato ‘Manteniamo il Nautico nel cuore di Gallipoli e del Salento’ indica ormai la via maestra verso il recupero dell’istituto di via Gramsci. Chiediamo pertanto con determinazione” incalza Esposito, “che all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale venga inserito, senza attendere altro, né porre condizioni capestro, un punto per discutere e deliberare una chiara e trasparente volontà politica di  recupero del Nautico”.

 Un atto quasi dovuto e consequenziale secondo il segretario dei vendoliani gallipolini, da sempre schierati verso l’ipotesi del recupero funzionale dell’immobile di via Gramsci. “Anche perché la deliberazione in Consiglio” spiega ancora Esposito, “non è altro che l'impegno che si sono assunti quanti hanno sottoscritto integralmente, e  tra cui lo stesso sindaco Errico, “il documento proposto dal Comitato per chiedere al presidente della Provincia, alla giunta ed al Consiglio provinciale di revocare ogni atto e deliberazione finalizzato alla alienazione della vecchia sede del Nautico e di attivarsi al fine di progettare e realizzare la ristrutturazione dell'immobile per renderlo nuovamente disponibile, nella sua integrità, per le attività istituzionali della scuola”.

Secondo le valutazioni di Sel la linea e la proposta della Provincia sarebbe già ben chiara e andrebbe verso la risoluzione del problema. Proprio di questi giorni è la notizia infatti di un primo progetto di interventi di oltre 500mila euro per la messa in sicurezza dei locali della succursale dell’istituto Nautico gallipolino. “Quindi non ci sono più alibi” conclude Esposito, “il recente stanziamento dei fondi per l’istituto è il segno tangibile e concreto che il presidente Gabellone intende realmente mantenere gli impegni presi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sel sale in cattedra: “Niente scuse, accordo sul Nautico in Consiglio”

LeccePrima è in caricamento