Gallipoli Lungomare Marconi

Sequestrati oltre 400 ricci di mare. Multa “salata” per un pescatore sportivo

Dopo circa un'ora di appostamento i militari della guardia costiera di Gallipoli hanno ispezionato l'imbarcazione e a bordo sono stati rinvenuti, in una cesta, gli esemplari, poi gettati nelle acque ioniche. Il sub pagherà una sanzione amministrativa di 4mila euro

I militari dopo il sequestro

GALLIPOLI – I militari  della capitaneria di porto di Gallipoli hanno rilevato violazioni nel settore della pesca di frodo, perpetrata senza regole a danno dell’ecosistema marino. Così hanno sorvegliato un natante da diporto, d’ausilio ad un pescatore subacqueo in immersione nelle acque antistanti Lungomare Marconi, nella Città Bella. Dopo circa un’ora di appostamento è stata fermata e ispezionata l’imbarcazione, e a bordo sono stati rinvenuti, in una cesta, circa 400 esemplari di ricci di mare.

Il prodotto, posto sotto sequestro, è stato rigettato in mare, mentre al trasgressore è stata comminata una sanzione amministrativa di 4mila euro, per aver pescato un quantitativo superiore a 50 esemplari, limite massimo per un pescatore sportivo.

La capitaneria di porto di Gallipoli è sempre aperta ai cittadini tramite i suoi sportelli o numero blu 1530 a ricevere segnalazioni su fatti o accadimenti di competenza istituzionale, specialmente se possono conseguire interventi tesi a scoraggiare ed eliminare la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati oltre 400 ricci di mare. Multa “salata” per un pescatore sportivo

LeccePrima è in caricamento